Home Milan News Milan, Biglia: “Lite con Kessie? Rimasi male un mese”

Milan, Biglia: “Lite con Kessie? Rimasi male un mese”

Lucas Biglia
Lucas Biglia (foto Milan TV)

MILAN NEWS – Il centrocampista Lucas Biglia è stato intervistato anche dall’emittente DAZN, che trasmetterà in esclusiva anche l’ultima gara di campionato Spal-Milan domenica prossima.

Il centrocampista argentino classe ’86 ha risposto ad alcune domande dell’emittente on-line, in particolare riguardo alla stagione sportiva che sta terminando, forse anche l’ultima per Biglia con la maglia del Milan visto che il suo apporto in rossonero non è stato così positivo come ci si poteva attendere.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Biglia è tornato sull’episodio che ha fatto forse più discutere in casa Milan di tutto il campionato: la lite in mondovisione con Franck Kessie, andata in scena durante il derby di ritorno con l’Inter. L’argentino si beccò in maniera palese con l’ivoriano, il quale si scagliò con rabbia dopo la sostituzione con Conti.

Questo il commento del centrocampista: “Ho un grandissimo rapporto con Franck e non ce l’ho certo con lui. In quel caso volevo fargli capire che era importante dare sostegno ad un compagno che entrava in campo anche se era scosso per la sostituzione. Dopo quella figuraccia sono stato male per 3-4 settimane, non mi piace fare certe cose, soprattutto davanti ai miei figli. Cerco di essere un esempio per loro, fare le cose giuste che i miei genitori insegnarono a me”.

Sulla sua esultanza contro il Chievo: “E’ un’esultanza che fa mio figlio quando gioca a calcio e mi aveva chiesto di farla e in quel momento mi è venuta. Lui la fa perché indica la mamma, il papà e la sorella“. A questo punto Biglia si commuove e chiede al giornalista del tempo per riprendersi. Una volta tornato in sé, spiega: “Mi emoziono perché faccio di tutto per insegnare ai miei figli il valore della vita. Al maschio piace molto il calcio, vuole giocare sempre. Io cerco di fargli capire che va fatto con dei valori. Ecco perché sono rimasto male per l’episodio con Kessie, perché prima del calcio ci sono i valori della vita”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it