Jesus Suso
Jesus Suso (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Dubbio Suso in casa Milan. Perché il fantasista spagnolo, al momento, è in un limbo: perfetto per la nuova filosofia improntata sui giovani in virtù dei suoi soli 25 anni, ma al contempo utile e sacrificabile per la questione fair play finanziario.

40 milioni di euro, questa la cifra che ne verrebbe in caso di cessione. Lo decide la clausola rescissoria presente nel contratto del talento di Cadice, per il quale, tra l’altro, non c’è mai stato più un incontro tra le parti.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sul calciomercato MilanCLICCA QUI <<

Calciomercato Milan, il futuro di Suso dipenderà anche da Luis Campos

Per l’ex Liverpool, intanto, numeri da primato anche nella sua peggior stagione rossonera. Perché malgrado il rendimento altalenante e un 2019 nel complesso da dimenticare, contro il Frosinone ha comunque segnato la settima rete in campionato, eguagliando il proprio record personale con ancora una gara a disposizione, e con 94 passaggi decisivi è sul podio dei giocatori della Serie A che hanno servito più assist ai compagni, dietro solo a Rodrigo De Paul a quota 98 e ad Alejandro Gomez a 109. Con un altro assist contro la SPAL salirebbe a 10 totali, quindi doppia cifra: l’ultimo a riuscirci in casa Diavolo fu Antonio Cassano nella stagione 2011/12, raggiungendo un Olimpo composto da Zlatan Ibrahimovic, Ronaldinho e Ricardo Kaká.

Tutto fermo però per quanto riguarda il futuro. Il Milan – rivela La Gazzetta dello Sport – non si è ancora preoccupato di offrirgli un rinnovo, non tanto per la scadenza nel 2022 quanto, semmai, per provare a trattare sull’aumento dell’ingaggio in cambio della cancellazione della clausola o dell’aumento della stessa. Non è successo nemmeno negli ultimi giorni, quando Suso è diventato uno dei protagonisti della risalita Champions: per il Dt Leonardo tale appuntamento non era una priorità, un fatto ben noto anche al giocatore e all’agente e che ha aumentato la distanza tra le parti.

Il dialogo – riferisce la GdS – potrebbe ora riaprirsi in caso di nuovi interlocutori. Ossia qualora arrivasse un nuovo dirigente al posto di Leonardo. E per Luis Campos, il principale candidato alla successione, l’argomento sarà di particolare interesse: Suso ha infatti tutte le caratteristiche tecniche per rispondere alla filosofia sportiva dell’attuale Ds del Lilla, ma tra le abilità del del portoghese c’è anche quella di garantire al club plusvalenze utili al bilancio. E Suso, arrivato gratuitamente dal Liverpool nel 2012, potrebbe dare grosse soddisfazioni anche in tal senso. Oltre alle vicende economiche, parte dell’incasso potrebbe infatti essere destinato all’acquisto del 22enne Allan Saint Maximin, esterno del Nizza su cui Leonardo si è già portato avanti. Puntare ancora sul 25enne spagnolo, sperando nel definitivo salto di qualità, o sacrificarlo: sarà questo il primo dilemma del nuovo Milan targato Elliott Management Corporation.

 

 

 

Redazione MilanLive.it