Spal-Milan, probabili formazioni: confermati Abate e Borini

Fabio Borini Hakan Calhanoglu
Fabio Borini e Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

MILAN NEWS – Novanta minuti in cui si decide tutto, in particolare il destino di un Milan che stasera capirà a quale competizione europea potrà partecipare nella prossima stagione.

Per giocarsi al meglio l’ultima chance, Gennaro Gattuso sembra pronto a confermare le recenti e fortunate scelte di formazione che hanno riportato in auge la propria squadra nella lotta alla zona Champions League. Il Milan è ad un solo punto dall’accoppiata Inter-Atalanta, ma prima di sperare in uno scivolone altrui deve battere una Spal tonica ed autrice di un campionato davvero memorabile.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Spal-Milan, le probabili formazioni del match

Come detto il motto resta quello delle ultime settimane: squadra che vince non si cambia, visto che Gattuso secondo le previsioni della Gazzetta dello Sport dovrebbe confermare l’undici visto titolare già contro Fiorentina e Frosinone, lo stesso dunque che ha ottenuto sei punti sofferti ma pesantissimi.

Si vedrà un Milan schierato con il 4-3-3 di base, con Ignazio Abate confermato sulla destra nonostante i problemi muscolari accusati in settimana e con Fabio Borini che ottiene ancora un posto da titolare nel tridente d’attacco. Per il resto scelte piuttosto ovvie: sarà Piatek a guidare il reparto offensivo supportato dalla qualità di Suso e con Calhanoglu ancora schierato da mezzala sinistra, al fianco dei mastini Kessie e Bakayoko.

Risponde la Spal guidata da Leonardo Semplici con il consueto modulo 3-5-2; l’intenzione della squadra di casa sarà quella di chiudere facendo bella figura, dunque sono esclusi turnover di massa o scelte strane di formazione. L’unica novità è la presenza del giovane Jankovic in attacco come partner dell’ex di turno Petagna. Occhio anche alla rapidità sulle fasce di Lazzari e Fares, entrambi autori di un campionato eccellente.

spal milan
Foto Gazzetta dello Sport

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it