Milan, le condizioni di Maldini: budget, staff e autonomia

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©Getty Images)

MILAN NEWS – All’offerta di Ivan Gazidis segue la controproposta di Paolo Maldini. Come infatti riferisce La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, dopo l’invito di alto livello dell’Ad rossonero, l’ex storico capitano ha risposto avanzato una serie di condizioni per accettare in modo convinto.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Budget, staff e autonomia: questi i punti chiave della richiesti dall’attuale direttore sviluppo strategico area sport. Si andrebbe dalla richiesta di una determinata cifra per operare sul mercato, a quella della scelta dello staff che lo affiancherebbe nell’area tecnica, passando poi per un’autonomia molto ampia di natura decisionale pur, ovviamente, facendo capo a Gazidis. Condizioni che Elliott Management Corporation sta valutando, anche se appare difficile concordare il tutto con questi termini. Come è già stato reso noto dal club, infatti, il portafoglio per il mercato sarà sottilissimo ed è complicato anche pensare che la proprietà gli dia carta bianca completa per la composizione del team, per il quale si parla si parla dell’attuale capo scout Geoffrey Moncada, figura gradita a Maldini, di Angelo Carbone come nuovo responsabile del settore giovanile, e del possibile coinvolgimento, anche se sarebbero da capire le modalità, di Alessandro Costacurta. Questo non significa necessariamente è in arrivo una fumata nera, ma probabilmente le parti si riaggiorneranno a breve.

In ogni caso – sottolinea il quotidiano -, con questa mossa, Maldini ha comunque dimostrato la volontà di restare in rossonero, altrimenti avrebbe seguito da subito Leonardo con cui ha lavorato quotidianamente. Non averlo fatto e aver anche rilanciato, significa che l’intenzione principale è di proseguire in quest’avventura. La proprietà però ha fretta, perché dalla scelta del Dt dipenderanno poi tante altre cose. Tipo il prossimo allenatore: in cima alla lista al momento ci sono Marco Giampaolo e Simone Inzaghi, col tecnico della Sampdoria leggermente in pole position, ma a breve bisognerà accelerare.

 

Redazione MilanLive.it