Attacco Milan, la certezza si chiama Piatek

piatek milan frosinone
Krzysztof Piatek (©Getty Images)

MILAN NEWS – L’avventura parziale al Milan di Krzysztof Piatek è difficile da giudicare, visto che il centravanti polacco ex Genoa è riuscito prima a far impazzire i suoi nuovi tifosi, poi a beccarsi le classiche critiche per i numeri non esaltanti.

Il numero 19, giunto al Milan a gennaio scorso, era partito in maniera formidabile: 6 reti nelle prime sette gare di campionato più la doppietta che spazzava via il Napoli dalla Coppa Italia. Insomma, una furia sotto porta che faceva presagire l’inizio di una carriera esaltante e paragoni pesantissimi con gente del calibro di Shevchenko o Inzaghi.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Con il calo di rendimento del Milan di Gattuso però anche Piatek ha cominciato ad estraniarsi dal gioco, rendendosi troppo spesso invisibile e poco servito dai compagni. Un problema sia tattico che mentale, tanto che il polacco nelle ultime sette giornate del torneo è andato a segno soltanto contro il Frosinone alla penultima sfida. Nonostante ciò, come scrive oggi Tuttosport, l’attacco del Milan ripartirà comunque da Piatek, vera e propria risorsa su cui i rossoneri hanno investito.

La speranza è che Marco Giampaolo, ormai prossimo allenatore del Milan, trovi il modo di servire l’ex genoano al meglio, di non lasciarlo solo come è accaduto troppo spesso nel 4-3-3 di Gattuso, di farlo sentire elemento centrale del proprio gioco. La possibile vicinanza di una seconda punta (Cutrone?) prevista negli schemi di Giampaolo potrebbe agevolare il compito di Piatek, letale quando ha il pallone nell’area avversaria, meno quando deve trascinare i compagni in difficoltà.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it