Maldini vede Theo Hernandez: il Milan vuole chiudere

theo hernandez
Theo Hernandez (©GettyImages)

Calciomercato Milan: chiacchierata costruttiva fra Maldini e Theo Hernandez, si lavora al prestito col Real Madrid.

L’ultima volta che una foto di Paolo Maldini a Ibiza è finita sui social la tifoseria non l’aveva presa bene. Era inizio maggio, Gennaro Gattuso mandava la squadra in ritiro punitivo e la vacanza del dirigente non era stata ben vista.

In due mesi la situazione è totalmente cambiata al Milan. Rino non c’è più e Paolo ha preso più poteri, diventando il nuovo direttore tecnico. A Ibiza è di casa e ora è anche un ottimo posto per lavorare, lontano dagli occhi indiscreti dei giornalisti italiani. Ma non da quelli spagnoli. El Chiringuito ieri ha pubblicato la foto di Maldini in compagnia di Theo Hernandez, terzino sinistro in uscita dal Real Madrid, oggetto di discussione nel summit di giovedì scorso dei rossoneri con Florentino Perez e José Angel Perez (direttore generale). La Gazzetta dello Sport ha fornito gli ultimi aggiornamenti in merito a questo incontro.

DA BIGLIA AD ANDRE’ SILVA: GIAMPAOLO METTE IL MILAN SOTTO ESAME

Calciomercato, Milan-Theo: il Real apre al prestito

Theo rientra perfettamente nei parametri imposti da Elliott Management: ha 21 anni, costa poco (sotto i 20 milioni) e guadagna relativamente poco (2 milioni). Al momento le caselle dei terzini a sinistra sono tutte occupate, ma i sondaggi per Mario Rui e Luca Pellegrini fanno pensare ad una molto probabile uscita di almeno due interpreti: Diego Laxalt e Ivan Strinic, con Ricardo Rodriguez per ora bloccato. Maldini e il ragazzo hanno parlato da terzino a terzino: una chiacchierata costruttiva in cui Paolo ha spiegato il progetto rossonero e Theo le sue prospettive. Si riaggiorneranno, ma c’è la sensazione che il Milan voglia andare fino in fondo. C’è da convincere il Real Madrid, che ha urgente bisogno di cedere, ma Perez, grande amico del direttore tecnico rossonero, potrebbe accettare l’idea del prestito con obbligo di riscatto. Si tratta comunque di un giocatore dalle grandissime qualità, ma non è ancora esploso del tutto (per questo la valutazione è bassa ed è considerato un partente). L’unico dubbio è legato al carattere non proprio morbido: più volte è finito nelle cronache per essere andato oltre il limite…

Redazione MilanLive.it