Home Milan News Sala: “San Siro fino al 2026. Nuovo stadio? Ascolterò proposte”

Sala: “San Siro fino al 2026. Nuovo stadio? Ascolterò proposte”

News Milan: il sindaco Sala torna a parlare di San Siro e nuovo stadio.

giuseppe sala
Giuseppe Sala (©Getty Images)

Negli ultimi giorni l’argomento del nuovo stadio di Inter e Milan è tornato alla ribalta. Il presidente rossonero Paolo Scaroni ha ribadito la volontà di costruire il nuovo impianto in zona San Siro, dove già sorge il Giuseppe Meazza.

Tuttavia, il sindaco Giuseppe Sala ha voluto ribadire che per una nuova opera serviranno diversi anni e che fino al 2026 l’attuale stadio rimane. In quell’anno si disputeranno i Giochi Olimpici Invernali e la candidatura di Milano-Cortina ha vinto. A San Siro si terrà la cerimonia di apertura dell’evento.

-> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle ultime news MilanLEGGI QUI.

News Milan, Sala su San Siro avverte i club

Oggi Sala ha dichiarato di non aver gradito la presa di posizione di Inter e Milan espressa nella giornata di ieri: «No, gliel’ho ha anche detto – riporta Sportmediaset.it -, potevano anche aspettare un attimo. Detto ciò, forse è stata l’occasione anche per me per chiarire le cose. Su questo voglio essere preciso, vista la situazione. San Siro sarà su certamente nel 2026. Se le società avranno altre idee le ascolteremo, se vogliono costruire un altro stadio le ascolteremo, nel rispetto delle regole. Nuovo stadio nella stessa zona? Potrebbe essere, però noi dobbiamo guardare a San Siro, è scritto a chiare lettere nel dossier, è una promessa che abbiamo fatto: per cui San Siro continueremo a gestirlo al meglio».

Viene ribadito, dunque, che il Giuseppe Meazza resterà sicuramente in piedi fino al 2026, poi si vedrà. Le parti si dovrebbero incontrare nelle prossime settimane per discutere del delicato argomento. Inter e Milan hanno da tempo annunciato la volontà di costruire un nuovo stadio e intendono andare fino in fondo. Non è un mistero che il sindaco Sala preferisca una ristrutturazione di San Siro, ma i club hanno deciso diversamente.

 

Redazione MilanLive.it