Il Barcellona finalmente ha ufficializzato l’ingaggio di Antoine Griezmann, attaccante della Nazionale francese in arrivo dall’Atletico Madrid

Antoine Griezmann
Antoine Griezmann (Getty Images)

Un trasferimento che doveva concludersi forse già nel mese scorso, ma si è perfezionato solo oggi, eppura non manca qualche patema d’animo.

Il Barcellona impreziosisce la sua rosa con l’acquisto di Antoine Griezmann, fortissimo centravanti francese dell’Atletico Madrid. Stamattina è arrivata l’ufficialità dell’acquisto da parte del Barça di questo calciatore che viene da alcune stagioni meravigliose con i ‘colchoneros’, oltre al successo nel Mondiale 2018 con la nazionale transalpina.

Il club catalano ha speso i 120 milioni di euro di clausola rescissoria per ottenere il cartellino di Griezmann, dopo aver ricevuto il secco ‘no’ dell’Atletico sull’ipotesi di un pagamento rateizzato per il centravanti classe ’91. Griezmann dovrebbe percepire un contratto molto oneroso, da quasi 17 milioni di euro a stagione, mentre è stata stipulata una clausola rescissoria da record: serviranno ora 800 milioni per liberare in futuro il 28enne attaccante di Maçon dal suo contratto con il Barça.

Eppure l’Atletico Madrid non ci sta: di poco fa la seguente nota ufficiale che sembra bloccare il trasferimento: “Antoine Griezmann, rappresentato dal suo avvocato, si è presentato nella sede della LFP per rescindere unilateralmente il contratto che lo vincola all’Atletico, avendo depositato il Barcellona in nome e per conto del giocatore la clausola da 120 milioni.

L’Atletico Madrid considera che la quantità depositata sia insufficiente per attivare la clausola di rescissione, posto che è ovvio che l’accordo tra il giocatore e il Barcellona sia stato chiuso prima che la sopracitata clausola si riducesse da 200 a 120 milioni di euro. E anteriore a tale data è stata anche la comunicazione che il giocatore ha dato il 14 maggio, annunciando il suo addio al club.

L’Atletico Madrid crede che l’estinzione del contratto si sia prodotta prima della fine della passata stagione, per azioni e comportamenti portati avanti dal giocatore. E per questo ha iniziato i procedimenti ritenuti opportuni per difendere i propri diritti e i propri legittimi interessi”.

Milanello, Bonaventura torna a correre. Recupero vicino

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it