La 33 di Caldara l’ha presa Rade Krunic, il difensore ha optato per un numero molto importante. Theo Hernandez ha scelto il 19 lasciato libero da Piatek.

Mattia Caldara AC milan
Mattia Caldara (foto acmilan.com)

Al giorno d’oggi, quello dei numeri di maglia è un fattore molto importante. E tra l’altro è una curiosità che piace molto ai tifosi. Martedì sera, dopo il primo allenamento dell’anno, il Milan ha presentato la terza nuova maglia della prossima stagione.

Per l’occasione si è scoperto il cambio numero di Krzysztof Piatek. Che, in barba ad ogni maledizione, ha scelto di prendere la 9, lasciata libera da Gonzalo Higuaìn, e abbandonare il 19 vestito in questi primi sei mesi in rossonero.

Un altro cambio importante, ma per altri motivi, è quello di Lucas Biglia, che lascia la 21 per la 20: un ulteriore segnale che c’è la forte volontà di cambiare aria. Il Milan lo vuole dare alla Fiorentina in cambio di Jordan Veretout, ma al momento non è un’opzione fattibile perché la viola vuole soltanto cash.

Rade Krunic, nuovo acquisto, ha scelto il numero 33, già indossato anche all’Empoli. Quest’anno al Milan lo aveva Mattia Caldara, e diciamo che non gli ha portato tanta fortuna. Ecco perché il difensore lo ha ceduto volentieri, senza alcuna remora. Ma ora c’era una certa curiosità sulla sua nuova maglia.

Come si può vedere dallo store ufficiale del Milan, Caldara ha scelto il 31, un numero molto importante per la storia rossonera perché indossato da Jaap Stam. Theo Hernandez, invece, l’altro ultimo arrivato, ha preso la 19, lasciata libera proprio da Piatek; prima del polacco lo aveva Leonardo Bonucci, che a sua volta lo aveva “scippato” a Franck Kessie.

Gazzetta – Milan, ultimatum di Maldini a Bennacer: il retroscena

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it