Durante la conferenza stampa di oggi Rade Krunic ha rilasciato le sue prime dichiarazioni da calciatore del Milan

rade krunic
Rade Krunic (foto acmilan.com)

Oggi è stato presentato Rade Krunic, primo vero acquisto del Milan per la prossima stagione 2019-2020. Il centrocampista bosniaco classe ’93 è stato acquistato dall’Empoli per 8 milioni di euro.

Ecco le parole del calciatore che dovrebbe essere molto utile negli schemi di mister Marco Giampaolo, in particolare nel ruolo di mezzala all’interno del suo 4-3-1-2 che è considerato il modulo standard dell’ex Sampdoria.

Krunic si presenta: “Sono una mezzala moderna, mi ispiro a Kakà e De Bruyne”

Krunic, interpellato in sala stampa e accompagnato dall’altro neo acquisto Theo Hernandez, ha spiegato le sue caratteristiche di gioco: “Sono una mezzala moderna, gioca in tutte le fasi di gioco, il classico box-to-box. Mi dicevano sempre che assomiglio ad Hamsik, ma lui è più tecnico, io ho più fisico. Il mio idolo è Ricardo Kaka, ma lui è più trequartista. Guardo molto De Bruyne del Manchester City, penso che abbiamo le stesse caratteristiche”.

Impressioni splendide per Krunic dopo il suo ingaggio ufficiale da parte del Milan: “L’impressione è fantastica, proprio come me lo aspettavo. Il Milan è una grande società e un grande club. Mi sono trovato benissimo finora, non vedo l’ora di stare col gruppo e giocare le partite”.

Uno dei vantaggi di Krunic è quello di conoscere bene Giampaolo, col quale ha già lavorato ad Empoli: “Giampaolo non è cambiato molto in questi anni. Ha una visione di gioco e ci tiene molto. Noi ci possiamo divertire perché a lui piace giocare, fare possesso palla. I giovani possono crescere tanto con lui. Può fare bene al Milan, ha meritato questa opportunità, ha fatto bene all’Empoli e alla Samp e spero farà bene anche qui”.

Krunic ha parlato anche delle sue condizioni fisiche e dello stop muscolare in via di recupero: Infortunio? Sto molto meglio, potevo già rientrare ma non volevamo rischiare nulla perché è uno stiramento quindi meglio non peggiorarlo. Manca pochissimo per rientrare in campo“.

Infine un parere sul possibile acquisto di Bennacer, suo ex compagno all’Empoli: “Bennacer? Non ho parlato con nessuno, ma ho sempre detto che era strano che uno così giocasse all’Empoli. E’ prontissimo per arrivare in una squadra di alto livello. Ho giocato con Paredes, in Nazionale ho Pjanic, per me Bennacer è vicino a questi due. Sarei felice se arrivasse

CorSport – Arnault, smentito l’interesse per il Milan: le ultime