Reina spende parole di elogio per Giampaolo, Donnarumma, Plizzari ed Hernandez. Non nasconde la voglia di andare in Champions, ma servirà tanto lavoro.

Pepe Reina
Pepe Reina (©Getty Images)

Pepe Reina è negli Stati Uniti con il Milan per la International Champions Cup 2019 e non risultano più voci inerenti una sua cessione. Salvo sorprese, rimarrà ancora in maglia rossonera.

Il portiere spagnolo è ritenuto un elemento fondamentale dello spogliatoio. Ha esperienza e personalità, dunque è importante per i tanti giovani presenti nel gruppo. Era emersa la possibilità di un suo utilizzo da titolare in caso di addio di Gianluigi Donnarumma, che però appare destinato a restare. In tal caso, a lasciare (in prestito) sarebbe Alessandro Plizzari.

Reina tra elogi a Giampaolo e obiettivi col Milan

Reina ha rilasciato un’intervista ai canali ufficiali del Milan e ha speso parole di elogio per Marco Giampaolo, allenatore che sta portando metodologie di lavoro e mentalità nuove: «Dobbiamo imparare in fretta, abituarci alle sue idee. Però mi sembra un ottimo allenatore con delle priorità belle segnate e quindi questo è già un passo. L’identità della squadra sarà molto chiara».

L’esperto portiere spagnolo spiega l’importanza dello spogliatoio nel successo di una squadra: «Bisogna essere prima di tutto un grande spogliatoio con la mentalità giusta, da collettivo e senza mettere l’ego di ognuno davanti alla squadra. Il progetto riparte da questo, da uno spogliatoio unito che si aiuterà nei momenti difficili e che lavorerà onorando la maglia nelle partite».

Al Milan sono arrivati giocatori nuovi come Rade Krunic e Theo Hernandez, che si stanno man mano inserendo. Reina è convinto che ci sia l’ambiente giusto per loro: «Questo è uno spogliatoio che subito accoglie benissimo i nuovi giocatori che vengono ad aiutarci. Siamo qui per aiutarli quando avranno bisogno. Hernandez? E’ fortissimo, con tanto potenziale. E’ ancora giovane e può crescere, ci sarà una grande mano».

Pepe ha ben chiari gli obiettivi per la nuova stagione e non nasconde il desiderio di tornare in Champions League, dopo averla solo sfiorata nella scorsa annata: «Ci serve la fame giusta per continuare a crescere e lottare per obiettivi importanti. Dobbiamo migliorarci ogni anno, questo è l’obiettivo. Ora serve mettere benzina nelle gambe, adattarsi al sistema del mister e fare attenzione alle prestazioni più che ai risultati. Vogliamo riprovare ad andare in Champions League».

Elogi per Gianluigi Donnarumma e Alessandro Plizzari, giovani colleghi che anche grazie a lui possono maturare: «Hanno tantissimi anni di carriera davanti a loro. Hanno 20 anni, per il futuro del Milan non ci sono dubbi».