Gazzetta – Demiral in stand-by: il Milan studia una strategia

Un difensore centrale farebbe comodo al Milan, che ha Caldara alle prese col recupero da un infortunio e Gabbia ancora da scoprire bene. Demiral rimane nel mirino.

Merih Demiral
Merih Demiral e Joao Mario (©Getty Images)

La buona prestazione di Matteo Gabbia contro il Bayern Monaco, non dovrebbe frenare la volontà del Milan di prendere un altro difensore centrale. C’è fiducia nel classe 1999 cresciuto nel vivaio, ma resterebbero comunque tre gli interpreti nel ruolo in attesa del pieno recupero di Mattia Caldara.

L’ex di Atalanta e Juventus dovrebbe rientrare solamente verso ottobre-novembre, pertanto Marco Giampaolo nel frattempo avrebbe solamente Mateo Musacchio e Alessio Romagnoli come centrali esperti. Il desiderio della dirigenza rimane quello di prendere un altro elemento che possa arricchire il reparto.

Milan, la strategia per Demiral della Juventus

Un giocatore sempre nel mirino del Milan è Merih Demiral, che la Juventus adesso è poco restia a cedere. Inoltre, la valutazione del cartellino fatta dai bianconeri si aggira sui 35 milioni di euro nonostante sia stato pagato 18 a inizio luglio per acquistarlo dal Sassuolo.

In questo momento il club rossonero non può fare un simile investimento e, ovviamente, sta valutando anche altri profili più “low cost”. Ma secondo La Gazzetta dello Sport, la strategia del Milan potrebbe essere quella di aspettare il finale della finestra di calciomercato per cercare un assalto al difensore turco. La sessione estiva termina il 2 settembre e verso fine agosto la dirigenza potrebbe fare un tentativo sperando che la Juventus riveda la propria posizione attuale.

Demiral piace sia alla società che a Giampaolo, il quale però spera di avere a disposizione i rinforzi prima possibile per poterci lavorare meglio. Il mister auspica che la squadra venga completata in anticipo rispetto al termine del mercato estivo, ma comunque sa che non sempre è facile operare e dunque attenderà le tempistiche del management del Milan. Paolo Maldini, Zvonimir Boban e Frederic Massara vorrebbero accontentarlo presto però non è semplice.

Milan, per Correa solo una questione di bonus: il punto