Donnarumma: “Dissi a mio padre che doveva portarmi al Milan”

Gianluigi e Antonio Donnarumma intervistati da Milan TV sull’aereo. I due fratelli hanno raccontato i loro ricordi sugli inizi e sul Milan.

Gianluigi Donnarumma Antonio Donnarumma
Gianluigi Donnarumma e Antonio Donnarumma (©Getty Images)

Gianluigi e Antonio Donnarumma si preparano ad affrontare la loro terza stagione insieme al Milan. Gigio sembra destinato a rimanere dopo che il Paris Saint-Germain ha affidato ad Alphonse Areola il ruolo di portiere titolare.

Entrambi sono stati intervistati da Milan TV in aereo per parlare un po’ di loro e di come è nata la loro passione per il ruolo e per i colori rossoneri. Gianluigi ha raccontato da dove deriva l’amore per la porta: “Ero piccolissimo, Antonio si allenava tutti i giorni e io lo seguivo, ho cominciato a tuffarmi da quando avevo 3/4 anni, ho questa passione da quando ero piccolissimo grazie a lui“.

Poi Gigio racconta di come è nato il passaggio al Milan: “Mio padre andò su a Milano e io gli dissi che doveva fare di tutto per portarmi al Milan e così è stato“.

La palla passa ad Antonio che racconta i suoi inizi: “Mio zio mi accompagnava al campo all’età di nove o dieci anni, ero già un po’ grande, all’inizio andavo al parco con gli amici. Mio zio faceva l’allenatore dei portieri e mi allenava lui“. Poi racconta di Gigio: “Io andavo ad allenarmi e lui a quattro anni veniva in mezzo al campo e si tuffava, già lì capimmo che fosse forte“.

Dalla Spagna: il Siviglia ripensa a Suso, Monchi lo apprezza