Vittoria convincente per il Milan nell’amichevole di ieri sera contro il Feronikeli, squadra poco conosciuta ma campione in carica del campionato kosovaro.

Un match dominato, come ci si aspettava, dalla squadra di Marco Giampaolo. Il tecnico rossonero ha schierato inizialmente una formazione inedita, con l’esordio di Rade Krunic dal 1′ minuto e molte ‘seconde scelte’ in partenza, come il tandem Castillejo-André Silva in attacco.

La gara di Pristina si è aperta grazie al gol su punizione al 26′ minuto di Jesus Suso, che si è confermato uno dei calciatori più in forma del momento. La sua parabola mancina dalla zolla preferita ha cambiato l’inerzia dell’amichevole, che fino a quel momento aveva visto il Milan fare molto possesso palla senza essere concreto, contro un Feronikeli ben organizzato in fase difensiva.

Girandola di sostituzioni nella ripresa per gli ospiti, che facevano esordire anche il neo acquisto Rafael Leao in attacco: subito assist vincente per l’ex Lille, che faceva partire il cross giusto per la deviazione vincente di Fabio Borini al volo. Nonostante il gol annullato a Piatek e una traversa di Conti, il risultato è rimasto fermo sul 2-0 per la squadra rossonera sino al 90′.

Un buon test a due settimane dall’inizio del campionato per il Milan, che comincia a far intravedere schemi e movimenti richiesti dal tecnico Giampaolo. Ora bisognerà dare continuità a ciò che è stato appreso in estate e sperare in un aiuto finale dal calciomercato.

Rafael Leao, esordio positivo: assist e personalità