Cessioni Milan: interessi dalla Germania per Hakan Calhanoglu e Ricardo Rodriguez. Giungono nuovi importanti aggiornamenti 

calhanoglu milan
Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

Cessioni Milan, è dalla Germania che potrebbe arrivare un importante assist per Elliott Management Corporation. Come infatti riferisce il Corriere dello Sport oggi in edicola, è proprio dal territorio teutonico che giungono segnali per due rossoneri: Hakan Calhanoglu Ricardo Rodriguez.

Il primo, a differenza dell’altro, non sarebbe propriamente sul mercato. Ma le cose potrebbero presto cambiare, e un bel po’ di soldi, in un mercato in uscita maledettamente bloccato, non farebbero affatto male. Lo svizzero, invece, occupa il reparto più intasato in assoluto: la fascia sinistra, la quale conta ben quattro giocatori per due soli posti.

Milan, il Lipsia si riaffaccia per Calhanoglu

Così occhio a possibili sviluppi dalla Bundesliga. Come riferisce il CorSport, è infatti da lì che sono giunti nuovi contatti con i manager di Calhanoglu da parte del Lipsia. Si tratta di un ritorno di fiamma dopo il tentativo dello scorso gennaio: all’epoca fu Gennaro Gattuso a bloccare tutto, rinviando al mittente un’offerta di circa 20 milioni di euro.

Ma questa volta Rino non c’è più, la società lo ritiene cedibile, e in caso di rilancio l’affare potrebbe decollare. Anche perché l’ex Bayer Leverkusen, con Lucas Paquetá annunciato nel centrosinistra direttamente da Marco Giampaolo, non è più titolare e il giocatore potrebbe rifletterci su.

Proposte per Rodriguez e Laxalt

Anche per Rodriguez, non intenzionato a essere la riserva di Theo Hernandez, potrebbe esserci un ritorno in terra germanica. Nelle ultime ore – rivela il quotidiano – si sarebbe mosso lo Schalke 04, pronto a studiare un’offerta concreta per fine agosto.

Nel frattempo si muove anche altro per gli esterni milanisti. Su Diego Laxalt, infatti, ci sono richieste da parte di Torino, Spal a Atalanta, mentre il Wolfsburg continua a chiedere in prestito Andrea Conti, il quale però è fortemente intenzionato a restare in casa Milan per giocarsi le sue carte con Davide Calabria.