Riccardo Montolivo, Ignazio Abate e gli altri calciatori svincolati dal Milan a giugno non sono ancora riusciti a trovare un nuovo ingaggio.

Ignazio Abate Riccardo Montolivo
Ignazio Abate e Riccardo Montolivo (©Getty Images)

La rosa del Milan al 30 giugno scorso è stata snellita dall’addio di diversi calciatori. Infatti sono scaduti i contratti di Riccardo Montolivo, Andrea Bertolacci, Ignazio Abate, José Mauri e Cristian Zapata.

Il colombiano è l’unico che ha subito trovato una nuova sistemazione, cioè al Genoa. Gli altri, invece, non sono ancora riusciti ad accasarsi. Nessuna squadra, infatti, si è mossa concretamente per ingaggiarli.

Come ricorda oggi Tuttosport, Riccardo Montolivo è l’emblema della situazione: l’ex capitano, classe 1985, non ha ricevuto proposte allettanti e all’alba dei 35 anni di età, dopo un anno di inattività (o quasi), starebbe seriamente valutando il ritiro dal calcio giocato.

Un altro membro storico del Milan come Ignazio Abate avrebbe invece già ricevuto proposte: Frosinone e Benevento hanno provato a tentarlo, ma senza esito. Si era parlato anche del Parma, pista che però si è rivelata infondata. In realtà il terzino spera in una chiamata dall’estero, magari dai Los Angeles Galaxy del suo amico Ibrahimovic. Ma per ora tutto tace.

Anche gli altri due, entrambi centrocampisti, sono ancora a spasso: è il caso di José Mauri (23 anni) e Andrea Bertolacci (28 anni). Il primo ha ricevuto delle proposte dall’Argentina, il secondo invece è stato offerto a Fiorentina e Lecce. Niente da fare, anche in questo caso.

Suso, niente Lione: i francesi ingaggiano Reine-Adélaïde