Il portiere del Torino Salvatore Sirigu non si sente secondo rispetto a Gianluigi Donnarumma. E’ sfida tra i due per la maglia da titolare della Nazionale italiana.

Salvatore Sirigu
Salvatore Sirigu (©Getty Images)

Il campionato di calcio che sta per iniziare si concluderà solo pochi giorni prima dell’inizio di un altro evento calcistico internazionale di primo piano: gli Europei 2020.

La Nazionale italiana vuole essere protagonista alla rassegna continentale, per la prima volta itinerante. Dopo la mancata qualificazione ai Mondiali 2018, gli azzurri di Roberto Mancini puntano a fare ottime cose la prossima estate.

Il commissario tecnico ha ancora diversi dubbi sui calciatori a cui affidarsi; uno di questi riguarda chi sarà il portiere titolare dell’Italia: il duello è ristretto al milanista Gianluigi Donnarumma e al più esperto Salvatore Sirigu, numero uno del Torino.

Proprio Sirigu, intervistato oggi dalla Gazzetta dello Sport, ha lanciato il guanto di sfida al giovane collega del Milan: “Portiere titolare della Nazionale? Non sono un ipocrita e quindi rispondo di sì: è un mio obiettivo. Ancora lontano, però lavorerò per guadagnarmelo nel rispetto dei valori espressi da Gianluigi Donnarumma, che sono importanti. L’esperienza è importante, la mia gestione della partita, oggi, è diversa da quella di quando avevo vent’anni. Però devo dire che lui, pur essendo giovane, è già molto bravo in questo”.

Grande rispetto tra i due, ma i portieri in questioni partono alla pari: il Milan spera che Donnarumma faccia un campionato ricco di motivazioni e prestazioni positive proprio con l’obiettivo di superare Sirigu nelle gerarchie azzurre.

Inzaghi: “Milan, quanti aneddoti. Galliani mi volle a tutti i costi”