Dopo un mese e mezzo di lavoro il Milan stravede già per mister Giampaolo, che con i suoi metodi precisi e dettagliati è apprezzato da calciatori e dirigenti.

Marco Giampaolo
Marco Giampaolo (acmilan.com)

Circa un mese e mezzo di lavoro, qualche amichevole tra Europa e America con risultati non così eccellenti, ma anche tanta voglia di crescere e stupire.

Marco Giampaolo si è preso il Milan: è stato immediatamente un colpo di fulmine tra il tecnico nativo di Bellinzona ed una squadra, o meglio un ambiente, bisognoso di risollevarsi ed iniziare un nuovo ciclo positivo, basato sul bel gioco e sull’entusiasmo.

Cesena-Milan, occhi su Piatek: si attende un segnale

Giampaolo ed il suo metodo meticoloso: il Milan già lo segue

Giampaolo, come riportato oggi dalla Gazzetta dello Sport, è considerato un ‘insegnante‘, in pratica un maestro di calcio che lavora meticolosamente sui dettagli e sui particolari. E’ sempre in prima linea nelle sedute tecnico-tattiche, non delega mai nulla ai suoi comunque fedeli collaboratori, si fa sentire con l’ormai classico fischietto.

In allenamento a molti ricorda un certo Arrigo Sacchi, sia per come appare puntiglioso nella cura degli schemi, sia per quel modo naïf di prendere appunti sul proprio taccuino, dimostrandosi figlio di un calcio antico e vecchia maniera. Ma al Milan tutto questo piace, visto che Romagnoli e compagni lavorano col sorriso sulle labbra e senza alcun accenno di tensione.

Persino un ragazzo giovane, di talento, che proviene da un calcio molto diverso come Lucas Paquetà lo ha di recente esaltato: “Giampaolo ha modificato il nostro gioco ed è un vero insegnante, con idee nuove. È attento a tutto e questo ci permette di giocare bene”.

Il mister ha preso così tanto a cuore la sua missione che in questo periodo ha scelto di vivere a due passi da Milanello con la famiglia, per essere attaccato 24 ore su 24 al suo lavoro, alla sua missione personale. Pranza spesso con Paolo Maldini, il dirigente che lo ha fortemente voluto al Milan, e si concede come unica pausa qualche rilassante sigaro. Ma per il resto Giampaolo è al 100% concentrato sui rossoneri, sperando che i risultati del suo lavoro dettagliato si inizino a vedere già dalla prima di campionato a Udine.

Milan, attesa per Bennacer: la cabina di regia è sua