Patrick Cutrone alla vigilia di Wolverhampton-Torino ha parlato della sua esperienza in Premier League e del’addio al Milan, dopo tanti anni in rossonero.

Patrick Cutrone
Patrick Cutrone (©Getty Images)

Patrick Cutrone da un po’ di settimane è un giocatore del Wolverhampton, ma a breve lo rivedremo dalle nostre parti. Infatti, domani affronterà il Torino nel match di andata del playoff per la qualificazione in Europa League.

Il centravanti originario di Como non avrebbe voluto lasciare il Milan, però ha accettato di farlo. La dirigenza gli ha fatto capire che non rientrava nel progetto e che la sua cessione era necessaria per il calciomercato rossonero. Di conseguenza è approdato ai Wolves, che per lui hanno investito circa 20 milioni di euro più bonus.

Cutrone oggi ha parlato ai microfoni di Sky Sport della propria esperienza al Wolverhampton: «E’ bellissimo giocare in questo stadio e per questi tifosi. C’è un clima bello che ti fa sentire a casa. Mi ha fatto una bella impressione, considerando che sono qui da sole tre settimane. Qui per me è tutto nuovo, il campionato è diverso e serve ambientarsi. Avendo già giocato l’Europa League col Milan, ero più emozionato per l’esordio in Premier».

Patrick si è detto contento dell’atmosfera che ha trovato nella sua nuova squadra. Ovviamente l’addio al Milan gli è dispiaciuto, però sa di dover guardare avanti: «Da quando avevo 8 anni ho indossato la maglia rossonera. Amo e ho sempre amato il Milan, li ringrazio per ciò che sono sia in campo che fuori. Li ringrazierò sempre, continuerò ad essere un loro tifoso. Però nel calcio bisogna fare delle scelte e sono contento di essere al Wolverhampton ora».

Infine Cutrone ha parlato degli obiettivi del Wolverhampton e anche dei suoi personali: «L’obiettivo della squadra è fare meglio possibile sia in Europa League che in Premier e nelle coppe nazionali. A livello personale voglio aiutare la squadra, fecendo più gol e assist possibili».

Milan, cessioni difficili: pesano certe scelte di Mirabelli e Leonardo