Udinese-Milan, Marco Giampaolo ha deciso: nessun neo acquisto in campo dal primo minuto. Ecco perché il tecnico opta per tale scelta in vista del debutto in Serie A

Marco Giampaolo (acmilan.com)
Marco Giampaolo (acmilan.com)

Marco Giampaolo ha deciso: nessun neo acquisto in campo per Udinese-Milan. Non dal primo minuto. Così domani pomeriggio, alla Dacia Arena di Udine, spazio ai vecchi volti rossoneri.

Con Theo Hernandez out per infortunio, tutti gli altri neo acquisti saranno in panchina per un discorso di apprendistato. Con pochi allenamenti a disposizione e una nuova filosofia calcistica non ancora acquisita, il neo tecnico rossonero preferisce da chi ha seguito i suoi insegnamenti da inizio estate.

Udinese-Milan, i neo acquisti in panchina

Come sottolinea Tuttosport oggi in edicola, andranno tutti in panchina, quindi, i 63 milioni investiti da Elliott Management Corporartion. Una scelta , tuttavia, che rispecchia il credo tecnico tattico di Giampaolo, il quale, già nel post partita di Cesena-Milan, aveva affermato che “Quello che hanno giocato dall’inizio ora danno più garanzie perché hanno giocato più tempo insieme. Ci vuole tempo, ma questo non ci spaventa”.

Approdati in rossonero a preparazione in corso, l’ex allenatore della Sampdoria non ha avuto modo di integrare i nuovi arrivi per il poco tempo a disposizione. Una situazione – rivela Ts – in realtà parecchio temuta da Giampaolo nel corso dell’intera estate.

Tuttavia qualcuno potrebbe subentrare a gara in corso già nel match inaugurale. Perché il Diavolo ha comunque bisogno di qualità, delle geometrie di Ismael Bennacer, degli inserimenti di Rude Krunic e dell’imprevedibilità e qualità di Rafael Leão.

Sono inferiori, invece, le attese attorno a Léo Duarte, il quale, al momento, è il terzo difensore centrale in attesa di Mattia Caldara, per poi scalare addirittura come quarto.

La formazione scelta

Così per quanto riguarda la formazione, con Gianluigi Donnarumma tra i pali, la linea difensiva vedrà Davide Calabria, Mateo Musacchio, Alessio Romagnoli e Ricardo Rodriguez.

In cabina di regia spazio ad Hakan Calhanoglu causa l’infortunio di Lucas Biglia, con Fabio Borini e Lucas Paquetá come mezzali. Con Suso trequartista, il tendem offensivo sarà lo stesso visto per l’intera estate: ossia Krzysztof Piatek e Samuel Castillejo.

Tuttosport – Milan, Reina resta: ‘no’ al Real Madrid