Gazzetta – Milan, Correa lontano. Spunta l’idea Brahim Diaz

Angel Correa e il Milan, nulla da fare: a 48 ore dalla chiusura, parti ancora distanti. E spunta un altro potenziale piano B da Madrid: il 20enne Brahim Diaz

Angel Correa
Angel Correa (©Getty Images)

Angel Correa e il Milan, parti lontane a due giorni dalla chiusura del mercato. Come infatti riferisce La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, anche l’ultima fumata registrata è nera. Ed entrambe le parti, adesso, appaiono pure parecchio spazientite.

Settimane e settimane dopo, infatti, siamo sempre in quella fase di stallo iniziale: il Diavolo ritiene sproporzionata la valutazione da 50 milioni dell’argentino, mentre da Madrid filtra malumore per quella che è stata presa come una corsa al ribasso da parte di Elliott Management Corporation.

Milan, salta l’arrivo di Correa?

Nessuno si sente di escludere al 100% la trattativa, ma le parti sono irrigidite, distanti e l’affare – assicura la Gazzetta – è abortito in attesa di eventuali ripensamenti.

Interrogato in merito in conferenza stampa, Marco Giampaolo ha dribblato così la questione: “I miei dirigenti sanno cosa c’è da fare, se c’è qualcosa da fare. Sapranno loro se occorre muoversi, facendo le opportune valutazioni. Io penso ad allenare al meglio, ho già sufficienti problemi così, senza dovermi sobbarcare anche quelli di mercato”.

Sullo sfondo poi resta sempre la cessione di André Silva, ma anche in tal senso non ci sono novità. O meglio: qualche pretendente ci sarebbe pure, ma nessuna è disposta ad accollarsi a titolo definitivo il cartellino di un giocatore che evidentemente fatica parecchio a convincere appieno.

Idea Brahim da Madrid

Dalla Spagna, intanto, spunta un’altra possibile alternativa per l’attacco milanista. Come infatti riporta il quotidiano, l’ultima idea che arriva sempre da Madrid, sponda Real, è il 20enne spagnolo Brahim Diaz. Si tratterebbe di un piano B a Correa: un profilo molto giovane, con esperienza limitata ma di talento e prospettiva come piacciono alla dirigenza lombarda.

Acquistato lo scorso gennaio dal Manchester City per 17 milioni, può giocare sulla trequarti ma può anche muoversi come esterno d’attacco o seconda punta. Intanto – evidenzia la Gazzetta – ieri nessun dirigente era presente a Milanello, nemmeno Paolo Maldini che di solito è sempre presente per le rifiniture.

Segno che qualcosa potrebbe muoversi davvero e che il club sta quanto meno tentando un colpo dell’ultima ora. Qualche pista battibile c’è ancora e in via Aldo Rossi, questo, nessuno lo smentisce.

Globesporte – Gremio, rifiutata l’offerta del Milan per Everton