Commisso: “Milan? Ero sicuro di aver chiuso, poi è arrivato Elliott”

Rocco Commisso proprietario del Milan? Quasi. L’imprenditore lo rivela a La Gazzetto dello Sport: “Ero sicuro di aver chiuso, avevo offerto a Mister Li la soluzione ideale. Poi è arrivato Elliott…”

Rocco Commisso
Rocco Commisso (©Getty Images)

Tempo tre mesi, e Firenze è già pazza di Rocco Commisso. Eppure l’italo americano, in realtà, poteva essere il nuovo proprietario del Milan piuttosto che della Fiorentina. L’imprenditore ci ha provato nell’estate del 2018, proprio al termine della disastrosa gestione cinese.

A rivelarlo è proprio lo stesso Commisso, intervenuto quest’oggi ai microfoni de La Gazzetta dello Sport: “A un certo punto ero sicuro di aver chiuso – ammette l’imprenditore a proposito del club rossonero –. Mister Li non l’ho mai incontrato ma ero pronto a firmare quando lui all’improvviso ha cambiato legali e advisor”. 

Il 69 enne nato in Calabria è stato beffato proprio da Elliott Management Corporation, attuale fondo proprietario del Milan: “Ho pensato che ci fosse dietro un altro acquirente. Si parlava di imprenditori americani (Ricketts e Ross) e di due russi. Invece si è consegnato a Elliot malgrado gli avessi offerto il modo di uscirne illeso”. 

Ora il suo grande obiettivo è la realizzazioni di impianti nel capoluogo toscano, tra cui, magari, anche il nuovo stadio: “Noi vogliamo rispettare tutto e tutti ma da quanto tempo Milan, Inter, Roma, Napoli parlano di un nuovo stadio? Se devo aspettare dieci anni lascio perdere. A breve acquisiremo i terreni per il centro sportivo. Abbiamo bisogno di uno spazio dove lavorare senza disperdere energie”.

Milan, Giampaolo tifa Polonia aspettando il vero Piatek