Home Milan News Sky – Milan, si torna al 4-3-3: centrocampo di qualità

Sky – Milan, si torna al 4-3-3: centrocampo di qualità

Marco Giampaolo sta pensando a dei cambiamenti per il suo Milan del futuro prossimo: c’è l’idea di tornare al 4-3-3, ma con un centrocampo più di qualità.

Marco Giampaolo
Marco Giampaolo a Milanello (Foto AC Milan)

Il Milan è in fase di rinnovamento, tra dubbi e qualche certezza, domenica si ritornerà in campo dopo la sosta per le nazionali e le prime due giornate di Serie A. E si torna a parlare anche di moduli: ecco quanto riferiscono a Sky Sport 24.

L’idea di Marco Giampaolo sarebbe quella di tornare al 4-3-3, ma con una differenza importante rispetto al passato: qualità sulla linea mediana. Infatti, stando alle ultime indiscrezioni, pare che Franck Kessie possa essere escluso dall’11 titolare per far spazio al trio Calhanoglu-Bennacer-Paquetà.

Una soluzione che garantirebbe maggior paleggio di qualità, e dunque la prerogativa assoluta di far possesso palla e giocate in verticale. Cambi anche negli altri reparti, di uomini ma anche di posizioni. Perché Jesus Suso dovrebbe essere schierato con continuità nel solito ruolo di esterno destro nel tridente.

Milan, primi rientri: sei Nazionali oggi a Milanello

Il Milan che verrà: l’idea di Giampaolo

I colleghi di Sky Sport 24 fanno riferimento al Milan che verrà tra qualche mese, in quanto nell’11 tipo inseriscono Mattia Caldara il quale rientrerà tra diversi mesi.

L’idea di Marco Giampaolo sarebbe quella di mettere al centro la qualità, e puntare sul dominio del gioco in fase di possesso. In fase difensiva invece si rischia di faticare, avendo un solo incontrista di ruolo (Bennaccer).

In porta imprescindibile Gigio Donnarumma, davanti a lui la coppia difensiva Caldara-Romagnoli, con Leo Duarte pronto a subentrare. In realtà al momento è Mateo Musacchio (con qualche alto e basso) l’unica certezza, oltre al capitano. Calabria titolare a destra, e Theo Hernandez sulla fascia mancina.

Detto del centrocampo senza Kessie, con Calhanoglu al suo posto, Bennaccer davanti la difesa e Lucas Paquetà interno sinistro. Scalpita lo stesso Giacomo Bonaventura, che presto tornerà al massimo della forma. In attacco Piatek centravanti, l’ultimo Ante Rebic largo a sinistra e Suso sulla destra.

Il Milan secondo Sky Sport 24:
(4-3-3) Donnarumma; Calabria, Caldara (Duarte), Romagnoli, Theo Hernandez; Calhanoglu, Bennacer, Paquetà; Suso, Piatek, Rebic.

Verona-Milan, probabili formazioni: c’è Piatek, confermato Castillejo

Giampaolo e quel 4-3-1-2 mai archiviato

Pare difficile pensare che in tempi record e in via definitiva, Marco Giampaolo possa mollare l’idea del 4-3-1-2 provata nel corso di questi mesi.

Suso trequartista non ha convinto contro l’Udinese all’esordio, ma piazzato in una posizione leggermente verso destra, o comunque più vicino alla porta come visto contro il Brescia, ha dato maggiori garanzia, senza obbligatoriamente schierarlo largo sulla riga laterale.

L’idea di un 4-3-1-2 o di un 4-3-2-1 con posizioni non fisse, è un’idea che mister Giampaolo può ancora mettere in pratica, per evitare di tornare al 4-3-3 di gattusiana memoria, anche se con accorgimenti in mezzo al campo.

Il Milan secondo MilanLive.it:
(4-3-1-2) Donnarumma; Calabria, Musacchio (Caldara), Romagnoli, Theo Hernandez; Kessie, Bennacer, Paquetà (Calhanoglu); Suso (Bonaventura); Piatek (Leao), Rebic (Castillejo).

In alternativa (4-3-2-1): Donnarumma; Calabria, Musacchio (Caldara), Romagnoli, Theo Hernandez; Kessie (Calhanoglu), Bennacer, Paquetà (Bonaventura); Suso, Rebic; Piatek (Leao).

De Paul, il Milan lo seguirà: l’Udinese non fa sconti