Vincenzo Montella torna a parlare della sua esperienza sulla panchina del Milan. Non la giudica un fallimento, nonostante l’esonero per mancanza di risultati.

Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©Getty Images)

Vincenzo Montella è nuovamente al centro di qualche critica visto l’avvio di campionato negativo della Fiorentina. Due sconfitte nelle due partite disputate contro Napoli e Genoa. Qualcuno inizia già ad ipotizzare un esonero a breve se continueranno a mancare i risultati.

Montella è già reduce da licenziamenti nelle sue ultime esperienze con Milan e Siviglia. Tra l’altro avvenuti nella medesima stagione, la 2017/2018. Proprio dell’avventura in rossonero è tornato a parlare nell’intervista concessa oggi a La Gazzetta dello Sport: «Con il Milan ho conquistato l’ultimo trofeo rossonero. Ho letto che Galliani tiene l’immagine di quella Supercoppa nel cellulare. Non valuto un fallimento la mia esperienza. Non mi hanno dato il tempo di lavorare».

L’allenatore campano continua a ritenere che Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli avrebbero dovuto concedergli più tempo. L’esonero avvenne verso fine novembre 2017 e al suo posto fu promosso Gennaro Gattuso dalla Primavera, che concluse poi al sesto posto in classifica.

Montella ora deve riuscire a mantenere la panchina della Fiorentina. Il calendario non gli è favorevole, dato che adesso i viola affronteranno Juventus e Atalanta. Il patron Rocco Commisso ha respinto le voci riguardanti un possibile esonero, però si aspetta risultati dalla squadra. Vedremo se contro la Vecchia Signora arriveranno i primi punti o se ci sarà la terza sconfitta consecutiva a Firenze.

Milan femminile, derby a San Siro? C’è un ostacolo