Home Calciomercato Milan Calciomercato, Taison spera ancora nel Milan: le ultime

Calciomercato, Taison spera ancora nel Milan: le ultime

Calciomercato Milan: Taison pensa di lasciare lo Shakhtar Donetsk per mettersi alla prova in un campionato più importante. Spera in una nuova chiamata rossonera.

calciomercato milan taison
Taison (©Getty Images)

Negli ultimi giorni della finestra estiva del calciomercato il Milan ha provato a prendere Taison dallo Shakhtar Donetsk, ma senza successo. Il club rossonero non ha trovato l’accordo con la controparte.

La società ucraina non ha accettato l’offerta proveniente dall’Italia per il 31enne esterno offensivo, che dunque non ha cambiato squadra. Taison spingeva per trasferirsi a Milanello, però non è stato possibile. Nello Shakhtar Donetsk è capitano e punto fermo, ma avrebbe voluto mettersi alla prova in un campionato più competitivo.

Calciomercato Milan, Taison pronto a chiedere la cessione

Il calciatore brasiliano confida ancora nel riuscire a lasciare l’Ucraina in futuro. Il suo contratto scade nel giugno 2021 e c’è un’opzione per un prolungamento di un’ulteriore stagione, però Taison è pronto a chiedere la cessione allo Shakhtar Donetsk se dovesse arrivare un’offerta interessante già a gennaio.

Lo rivelano i colleghi di calciomercato.com, spiegando che se il Milan dovesse farsi avanti nuovamente lui chiederebbe al club ucraino di lasciarlo partire. Difficile che la società rossonera decida di tornare su Taison, considerando che lo Shakhtar Donetsk esige il pagamento dei 30 milioni di euro previsti dalla clausola rescissoria.

Il Milan aveva offerto una cifra abbastanza inferiore, tenendo conto dei quasi 32 anni del giocatore. Non pensiamo che possa esserci un ritorno di fiamma nella sessione invernale 2020 del calciomercato. A gennaio bisognerà valutare quali saranno le esigenze tecnico-tattiche della squadra rossonera.

E’ vero in attacco per adesso la formazione di Marco Giampaolo non sta brillando troppo, però solo i prossimi mesi diranno se servirà intervenire in quel reparto. Taison spera ancora in una chiamata da Milano e nel frattempo è dovrà dare il massimo nello Shakhtar Donetsk, che da lui si aspetta il 100% sempre.

Razzismo verso Kessie, perché la FIGC tace? Gravina batti un colpo