Home Milan News Nuovo San Siro: numeri, costi e ricavi del maxi progetto

Nuovo San Siro: numeri, costi e ricavi del maxi progetto

Nuovo Stadio San Siro: numeri, costi e ricavi del maxi progetto. Centro commerciale, hotel, uffici, Spa e ampia zona verde: i dettagli del disegno di Milan e Inter. 

Stadio Giuseppe Meazza San Siro
Stadio Giuseppe Meazza – San Siro (©Getty Images)

Un nuovo San Siro di livello mondiale, resta questo il grande obiettivo di Milan e Inter. Rifiutato il restyling dell’attuale stadio, le società vanno a oltranza contro muri e resistenze per l’attuazione del loro maxi progetto.

E’ già pronto un investimento totale da 1.2 miliardi di euro. Una super riqualificazione dell’area che non riguarderebbe soltanto una nuova struttura calcistica, ma comprensiva anche di un’ampia zona verde con un distretto multifunzionale votato al relax e al turismo.

E il Corriere della Sera snocciola i numeri del disegno che le due società difendono a spada tratta. Come riporta il quotidiano, l’area d’intrattenimento riguarderebbe una zona di ben 13 mila metri quadri: 77 per un super centro commerciale, 15 mila per un hotel, 5 mila per una Spa, 4 mila per un centro congressi e 66 mila per alcuni uffici che anche verrebbero realizzati.

Per quanto riguarda invece i costi, il nuovo stadio avrà un costo complessivo da 564,571 milioni di euro suddivisi in 2.730 di bonifiche, 80,827 di costi di canterizzazione, 204,750 per strutture e finiture di base.

A questi si aggiungono 472,219 milioni per polo ricreativo suddivisi da 25.593 per l’hotel, 9,750 di Spa, 135,135 di centro commerciale e 73, 323 di parcheggi. La demolizione dell’attuale San Siro, invece, costerebbe i 43,875 milioni di euro.

Il CorSera – in conclusione – stima anche una prospettiva in merito ai futuro ricavi: ossia da 68,800 milioni annui per lo stadio, 123,958 per il polo ricreativo. Un’area totale da 180 mila metri quadri, con un ampio perimetro delimitata tra via dei Piccolomini, via Achille, via Federico Tesio, Via Harar e via Dessiè.

Tensione Inter: Lukaku e Brozovic sfiorano la lite