derby milan inter
Derby Milan-Inter (©Getty Images)

Stasera a San Siro pubblico delle grandi occasioni per il derby Milan-Inter, valido per la 4ª giornata del campionato Serie A 2019/2020. Una partita importante per entrambe la squadre.

A prevalere sono i nerazzurri di Antonio Conte, che hanno meritato i 3 punti stasera. Prestazione sicuramente migliore rispetto a quella dei rossoneri di Marco Giampaolo. Risultato finale di 0-2 grazie ai gol nel secondo tempo di Marcelo Brozovic e Romelu Lukaku.

Serie A 2019/2020, derby Milan-Inter 0-2: il racconto della partita

Nel primo tempo parte sicuramente meglio l’Inter, che già al 10′ potrebbe passare in vantaggio grazie a un folle retropassaggio di Rodriguez verso Donnarumma, che fortunatamente ha la meglio nel rimpallo contro Lautaro Martinez. Il Milan fatica a fare gioco e così i nerazzurri al 18′ vanno un’altra volta vicini al gol: sul tiro dall’interno dell’area di Lukaku c’è il prodigioso intervento di Donnarumma.

La squadra di Giampaolo è sterile quando prova a proiettarsi in avanti e al 21′ l’Inter ha due chance per segnare l’1-0. Ottimo inserimento in area di Sensi, che mette un pallone invitante all’indietro per Lautaro Martinez che però trova ancora una volta Donnarumma pronto. Sulla respinta si avventa D’Ambrosio che, un po’ contrastato, manda la palla sul palo a porta vuota.

Il Milan inizia a reagire e al 23′ viene annullato un gol a Calhanoglu a causa di un precedente tocco col braccio di Kessie. Il turco con un preciso destro in diagonale in area aveva battuto Handanovic. Sempre il numero 10 rossonero si fa vedere 3 minuti dopo con un tiro da buona posizione dalla distanza deviato in corner.

Anche se il Diavolo comincia a creare maggiormente rispetto al nulla di prima, l’Inter ha una grossa chance al 35′: rovesciata super di D’Ambrosio sulla quale Donnarumma è miracoloso ad opporsi, poi Lautaro Martinez deposita in rete ma è in fuorigioco. Rete annullata.

Cinque minuti dopo ghiotta occasione per Suso, che dopo aver rubato palla a Sensi si fa un coas-to-coast fino all’area nerazzurra e al momento di tirare trova un Asamoah provvidenziale nel salvare la propria porta. Va detto che lo spagnolo in precedenza poteva passare palla allo smarcatissimo Rafael Leao. Proprio il portoghese al 44′ è protagonista di una buona giocata con cross dalla sinistra per Piatek, che però di testa manda alto sprecando una buona opportunità. Scaduti i 3 minuti di recupero, l’arbitro Doveri ha fischiato la fine della prima frazione.

Nel secondo tempo l‘Inter inizia subito forte e al 49’ va in vantaggio: un tiro di Brozovic viene deviato da Rafael Leao, il pallone termina in rete beffando Donnarumma. Il Milan cerca una timida reazione, ma i nerazzurri mantengono il controllo del match. Al 58′ ancora Brozovic ci prova con un destro dalla distanza, Gigio para senza problemi. Il portiere rossonero chiamato alla respinta anche 3 minuti dopo sul tiro di sinistro in area di Lautaro Martinez.

Al 64′ Giampaolo si gioca la carta Paquetà, che entra al posto di uno spento Calhanoglu. Nonostante l’ingresso del brasiliano, il Milan continua a produrre poco. Al 70′ mette anche Theo Hernandez per un fischiato Rodriguez, mentre Conte toglie Sensi per schierare Vecino. Niente segnalare fino al 76′, quando l’allenatore nerazzurro leva anche Lautaro Martinez per inserire Politano.

Al 78′ cross preciso di Barella e Lukaku di testa fa 2-0 per l’Inter. Due minuti dopo Politano con una botta dalla distanza scheggia la traversa sfiorando il 3-0. All”81′ fuori Barella per Candreva. Poco dopo esce Leao per fare spazio a Rebic. Il Milan non riesce a farsi vedere dalle parti di Handanovic. Una punizione da posizione interessante viene sprecata da Biglia all’84’, pallone in curva.

All’86’ ottimo inserimento di forza e velocità di Theo Hernandez, che colpisce il palo esterno da posizione defilata in area nerazzurra. Cinque minuti di recupero concessi dall’arbitro Doveri. L’Inter colpisce un palo sul tiro ravvicinato di Candreva deviato da Musacchio. Poco prima della fine pericoloso anche Rebic, ma i nerazzurri si salvano. Doveri fischia e il derby è della squadra di Conte, che ha meritato rispetto a quella di Giampaolo.

Milan-Inter 0-2: il tabellino del derby

MILAN: Donnarumma G.; Conti; Musacchio, Romagnoli, Rodriguez (dal 27′ st Theo Hernandez); Kessie, Biglia, Calhanoglu (dal 19′ st Paquetà); Suso, Piatek, Leao. A disposizione: Reina, Donnarumma A., Bennacer, Bonaventura, Castillejo, Borini, Rebic, Krunic, Duarte, Gabbia. Allenatore: Giampaolo

INTER: Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; D’Ambrosio, Barella (dal 37′ st Candreva), Sensi (dal 26′ st Vecino), Brozovic, Asamoah; Lautaro Martinez (dal 31′ st Politano), Lukaku. A disposizione: Padelli, Berni, Bastoni, Biraghi, Dimarco, Gagliardini, Lazaro, Ranocchia, Sanchez, B.Valero, Esposito. Allenatore: Conte

Reti: al 4′ st Brozovic, al 33′ st Lukaku

Ammonizioni: Conti, Rebic, D’Ambrosio

Recupero: 3′ pt, 5′ st

Arbitro: Doveri

Milan-Inter, incasso da quasi 5 milioni: i dati ufficiali