Milan-Inter, è pronto un San Siro spettacolare stasera tra pienone, luci e vip. Ma nel frattempo, le società vanno dritte verso l’abbattimento per la causa del nuovo stadio. Le ultime. 

San Siro AC Milan
San Siro (©Getty Images)

Milan-Inter, quello di stasera potrebbe essere uno degli ultimi derby a San Siro. Certo, la scadenza non è proprio imminente considerando la prospettiva del 2024, ma è comunque la prima stracittadina effettiva nell’anno in cui si sono state gettate le grandi basi per il futuro.

E lo storico impianto milanese – il quale rischia seriamente l’abbattimento – stasera vedrà uno spettacolo mozzafiato con oltre 70.000 spettatori e un magico gioco di luci.

Come evidenzia il Corriere dello Sport oggi in edicola, non si può però parlare di un vero e proprio sold-out sebbene ci sia comunque un pienone. E non solo per i 2.500 posti del terzo anello vuoti a causa delle vibrazioni, ma anche per la concorrenza del fashion weekend e del concerto di Jovanotti a Linate, che alla fine, si sono fatti sentire.

Così se i settori riservati agli interisti sono tutti esauriti, si registrano invece ancora dei sediolini vuoti sulla sponda milanista. Ma a compensare ci saranno tanti vip in tribuna: leggende come Ronaldo O Fenomeno e grandi figure istituzionali come Gianni Infantino, presidente della Fifa. Tanti anche gli ex rossoneri, sportivi vari e personaggi dello spettacolo.

Una volta superato il derby, poi, le due società si rimetteranno fianco a fianco per la nuova casa congiunta. A breve le due proprietà risponderanno alle domande delle tre commissioni comunali, Urbanistica, Demanio e Sport, le quali hanno chiesto chiarimenti dopo la presentazione del progetto.

Probabile che questo avvenga già entro venerdì, anche perché il 9 ottobre, a 90 giorni dall’inizio dell’inter, scadrà il termine in cui il Comune dovrà dare una risposta. In attesa del derby, quindi, procede spedito il lavoro dei due club per un maxi investimento da 1.2 miliardi di euro.

Milan-Inter: Conte lancia gli acquisti, Giampaolo no