Da Genova a Genova: Suso cerca il gol in trasferta

Lo spagnolo Jesus Suso non segna lontano da San Siro da dicembre: l’ultima vittima era stata proprio il Genoa nel gennaio 2019.

Jesus Suso
Jesus Suso (©Getty Images)

Non è più considerato intoccabile, ma Jesus Suso resta comunque un calciatore di spessore per il Milan odierno e per il gioco di Marco Giampaolo.

In molti, dopo la sostituzione punitiva contro la Fiorentina, avevano ipotizzato un’assenza dall’11 titolare del Milan di questa sera per l’ex Liverpool. Invece Giampaolo dovrebbe confermarlo dall’inizio contro il Genoa nell’anticipo di questa sera.

I rossoneri si aspettano molto da Suso, in primis una prestazione all’altezza delle sue qualità. Ormai sono mesi che il Milan, soprattutto in situazioni di difficoltà oggettiva, viene salvato dalle giocate di Suso, per molti il calciatore di maggior potenzialità ed imprevedibilità.

Inoltre, come ricordato dalla Gazzetta dello SportSuso deve tornare a fare gol: l’ultimo centro ufficiale risale a maggio scorso, quando punì su calcio piazzato il Frosinone. Ancor più lontano invece il ricordo della sua ultima realizzazione in trasferta.

L’ultima vittima lontana da San Siro di Suso fu proprio il Genoa: lo scorso 21 gennaio a Marassi lo spagnolo segnò la rete del 2-0 finale per il Milan contro la sua ex squadra. Più di otto mesi dopo la storia può ripetersi, con Suso che proverà a sbloccarsi cercando di utilizzae le vibrazioni per lui spesso positive dello stadio Ferraris.

Primavera, il Milan frena: 1-1 sul campo del Cittadella