Home Calciomercato Milan Chi è Zeki Celik: il terzino destro cercato dal Milan

Chi è Zeki Celik: il terzino destro cercato dal Milan

Il Milan sta valutando attentamente il profilo di Mehmet Zeki Celik. Conosciamo meglio il difensore turco: caratteristiche fisiche, tecniche e carriera. 

Zeki Celik Neymar
Zeki Celik vs. Neymar (©Getty Images)

l Milan nella zona difensiva sta riscontrando non pochi problemi. A sinistra sono stati più o meno risolti con Theo Hernandez; sulla destra ci sono dubbi sulle garanzie che danno Calabria e Conti; in zona centrale c’è solo Alessio Romagnoli unica certezza.

Sia Musacchio che Leo Duarte non stanno convincendo. Vedremo se qualcosa cambierà con il nuovo allenatore Stefano Pioli, subentrato all’esonerato Marco Giampaolo.

Ma il Milan non vuole farsi trovare impreparato per la prossima sessione di mercato invernale. Tra i nomi valutati sin qui c’è quello di Mehmet Zeki Celik.

Il Milan vuole Aurier: la posizione del Tottenham

La carriera di Celik

Dal 2018 Celik è di proprietà del Lille, società di provenienza di Rafael Leão nonché “amica” del Milan, in virtù del rapporto forte con la Elliott Management Corporation. Acquistato per poco più di 2 milioni, oggi ne vale oltre 20.

Cresciuto in Turchia, nelle giovanili del Bursaspor, è poi passato all’Instanbulspor dove ha giocato con maggiore continuità. Nel 2018 è riuscito a sfondare nel calcio che conta: in Ligue 1 con il Lille ha già collezionato 41 presenze, 1 gol e 7 assist. Ha anche due presenze in Champions League.

Un possibile segnale sull’interesse del Milan per il calciatore potrebbe essere arrivato nei giorni scorsi in quanto Sascha Empacher, agente dell’agenzia tedesca SPOCS, ha fatto visita alla dirigenza rossonera in sede a Casa Milan.

Celik: caratteristiche tecniche e fisiche

Il nazionale turco Celik, classe 1997, è un terzino destro alto 180 cm. Veloce e brevilineo, sta facendo esperienza nel calcio europeo. Gioca in una difesa a quattro con il Lille, dunque è abituato a difendere in una certa maniera.

Ribadiamo che si tratta di un giocatore molto giovane, che da appena due stagioni gioca contro avversari di medio-alto livello. Al Milan potrebbe fare fatica ad inserirsi in un calcio molto tattico.

La squadra rossonera avrebbe bisogno di profili più esperti, anche perché sia Conti che Calabria sono giovani e hanno potenziale come Celik. Anche per quest’ultimo servirà pazienza e non ci si potrà aspettare che faccia la differenza. Vedremo quali saranno le scelte della società nei prossimi mesi.

Milan, rinforzi in difesa cercasi: Upamecano osservato speciale