Home Milan News Il Milan vuole Aurier: la posizione del Tottenham

Il Milan vuole Aurier: la posizione del Tottenham

Calciomercato Milan: Serge Aurier è nel mirino dei rossoneri per la prossima sessione di gennaio. Il terzino è stato dichiarato incedibile dal Tottenham. 

Serge Aurier Tottenham
Serge Aurier (©Getty Images)

Il Milan nella zona difensiva di destra sta riscontrando parecchi problemi. Il rendimento di Davide Calabria è stato molto al di sotto dei suoi standard, mentre Andrea Conti non sta fornendo abbastanza garanzie.

Vedremo se qualcosa cambierà con il nuovo allenatore Stefano Pioli, subentrato all’esonerato Marco Giampaolo. Ma il Milan non vuole farsi trovare impreparato per la prossima sessione di mercato invernale. Sta già valutando dei nomi per gennaio e tra questi c’è Serge Aurier.

Parliamo di un terzino destro classe 1992, compirà 27 anni il prossimo dicembre. Ha un contratto con il Tottenham fino al giugno 2022, ma in questo inizio di stagione è stato utilizzato pochissimo da Mauricio Pochettino.

Calciomercato Milan, Aurier incedibile per il Tottenham

Aurier ha giocato soltanto quattro partite in questa stagione: una in Champions League, e tre in Premier League. È stato out per due giornate a causa di una frattura al braccio, poi ha recuperato e giocato le successive tre partite. E nell’ultima, lo scorso 5 ottobre, non è stato nemmeno convocato. Insomma, comunque troppo poco per un giocatore del livello del terzino ivoriano.

Secondo i colleghi di Tuttosport il Tottenham non sembra intenzionato a voler cedere il proprio terzino. Lo avrebbe dichiarato addirittura incedibile.

Vedremo se così sarà anche nelle prossime settimane. Se e soprattutto qualora il Milan dovesse chiedere informazioni agli Spurs o addirittura avanazare un’offerta.

Secondo i colleghi di Transfermarkt, il cartellino di Aurier varrebbe 15 milioni di euro. Ma è una cifra puramente indicativa, poi il prezzo lo farà il mercato e prima ancora la società inglese.  Va anche detto che Aurier guadagna quasi 5 milioni di euro l’anno.

Piatek, missione recupero. Ma c’è un problema