Milan, possibile una nuova contestazione ultras: il motivo

Milan, ultras furiosi con i giocatori rossoneri: oltre ai risultati, c’entrano anche altri due motivi. In particolare alcune notizie giunte nelle ultime ore avrebbero indispettito non poco la Curva Sud. 

Curva Sud Milan a San Siro
Curva Milan a San Siro (©Getty Images)

Milan e tifoseria organizzata, c’è tensione come riferisce Tuttosport oggi in edicola. I sostenitori, infatti, ritengono che i giocatori non siano sufficientemente attaccati alla maglia, tanto da invitarli più volte ad “andare a lavorare”.

Fosse per la curva sud, alla luce di quanto accaduto, a molti bisognerebbe sospendere o quanto meno ridurre l’ingaggio. Ecco perché – rivela Tsle notizie di un via vai di procuratori in sede per adeguamenti dei loro assistiti hanno creato un’ulteriore frattura. Hanno reso l’ambiente ancor più bollente e furioso.

In particolare sono stati Suso e Davide Calabria ad aver battuto cassa, nel tentativo di un adeguamento dell’ingaggio già stabilito. Situazioni imbastite già in passato anche in relazione ad altre situazioni contrattuali. Ma in questo momento sono considerate autentiche provocazioni dalla tifoseria e non passeranno inosservate. Senza chiarezza, infatti, ci sarà una nuova contestazione in occasione di Milan-Lecce. Più o meno quanto già visto contro la Fiorentina.

Nuovo San Siro, inizia il mese decisivo: gli aggiornamenti