Nuovo San Siro, inizia il mese decisivo: gli aggiornamenti

Nuovo San Siro, si entra nel vivo. Come riferisce Tuttosport oggi in edicola, questo sarà il mese decisivo e già oggi ci saranno aggiornamenti fondamentali.

NuovosStadio San Siro, progetto Sportium
Nuovo stadio San Siro, progetto Cmr-Sportium (Foto CorSport)

Milan, inizia un mese decisivo per la questione San Siro. Come infatti riferisce Tuttosport oggi in edicola, partirà concretamente da oggi la corsa verso il traguardo desiderato dai club.

In giornata, per esempio, i consiglieri in Comune dovranno licenziare il Pgt, ossia il piano di governo del territorio nonché l’atto preliminare per dare il via alla gara. Contemporaneamente, la Lega presenterà un progetto alternativo per la ristrutturazione del Meazza.

Le due società continuano a propendere per una nuova struttura, ma la Sovrintendenza i beni culturali anche ha appoggiando la ristrutturazione dello storico impianto. E ora c’è da capire se e quanto questa posizione condizionerà il quadro generale.

Intanto, dal sito relativo al sondaggio per il nuovo stadio, sono già arrivate numerosissime risposte tra circa 40 mila persone. L’80% si è detto non disponibile a viaggiare per 100 chilometri per recarsi lontano a ogni partita interna, scenario in cui alla fine si optasse per uno stadio ristrutturato.

Il 90%, piuttosto, è convinto che l’attuazione del maxi progetto rigenererà l’intera area di San Siro, portando benefici economici non solo al quartiere ma su tutta Milano. Tuttavia, quando una settimana fa c’è stata una riunione aperta al Municipio 7, dove hanno preso parte il presidente Paolo Scaroni e l’Ad interista Alessandro Antonello, le contestazioni da parte dei cittadini sono state numerose. Non solo c’è la voglia di non abbattere un monumento storico della città, ma anche la paura di dover convivere per anni in un quartiere rotto a un super cantiere.

Berlusconi: “Il Milan con me tornerebbe grande. Datemi San Siro”