Stadio Milan-Inter, modifiche ai progetti per “salvare” San Siro

Stadio Giuseppe Meazza - San Siro
Stadio Giuseppe Meazza – San Siro (©Getty Images)

Lo stadio Giuseppe Meazza dovrebbe essere abbattuto, stando ai progetti presentati da Inter e Milan per l’area di San Siro. Verrà costruito un nuovo e moderno impianto sportivo che consentirà ai club di aumentare i ricavi.

Non sono state poche le critiche di coloro che ritengono un errore eliminare la celebre “Scala del Calcio”, un luogo che ha fatto la storia del calcio italiano. Legittimamente le due società milanesi vogliono guardare al futuro e, dopo gli studi approfonditi effettuati, hanno preso una decisione definitiva: verrà costruito un nuovo stadio.

Milan-Inter, idee per non cancellare definitivamente San Siro

Oggi il Corriere della Sera spiega che Inter e Milan stanno pensando di correggere i concept presentati recentemente per “salvare” un segno concreto del Giuseppe Meazza. Una mossa che potrebbe anche alleggerire la resistenza dei politici e dei cittadini contrari ai progetti dei club.

Ci sono più idee allo studio. Una di queste è la conservazione del secondo anello per incastonarci il distretto commerciale. Un’altra è trasformare San Siro in uno stadio dalla capienza ridotta per farci giocare le seconde squadre e quelle femminili. Gli studi di architettura Populous e Manica-Cmr sono al lavoro.

Intanto Inter e Milan attendono la dichiarazione sul pubblico interesse del progetto stadio. Il Comune di Milano avrebbe dovuto esprimersi entro il 10 ottobre, giorno in cui scadevano i 90 giorni di tempo previsti. I club potrebbero aggirare l’amministrazione comunale chiedendo alla presidenza del Consiglio dei Ministri di esercitare i poteri sostitutivi. Per il momento, sembra che tale soluzione non venga considerata. Si vuole evitare lo scontro frontale.

Comunque sono previsti diversi appuntamenti importanti ora.

  • Giovedì 17 ottobre: si concluderà la conferenza dei servizi. I vertici dei club risponderanno alle domande sollevate nelle sedute precedenti.
  • Venerdì 18 ottobre: il rettore del Politecnico Ferruccio Resta e il team dell’ateneo che in passato lavorò all’ipotesi restyling del Giuseppe Meazza forniranno quel parere terzo (probabilmente negativo) sulle concrete possibilità di ristrutturare San Siro.
  • Inizio prossima settimana: sarà ascoltato il referente della commissione dei servizi che ha valutato il progetto.
  • 24 ottobre: potrebbe essere il giorno del voto. Il parere dell’aula indicherà la rotta alla giunta sulla certificazione di interesse pubblico del nuovo stadio, che potrebbe anche venire approvata con riserva. Da non escludere un via libera subordinato a una serie di paletti a cui il progetto dovrà adeguarsi prima di tornare in aula per la variante al Pgt e in Regione per l’autorizzazione al nuovo distretto commerciale.

Reina: “Milan non all’altezza finora, vogliamo riscattarci. Pioli esperto”