Eintracht, Steubing: “Rebic? Senza parole, fa panchina al Milan”

Il presidente del comitato direttivo dell’Eintracht Francoforte lancia una frecciata ad Ante Rebic, che ha voluto andarsene e nel Milan gioca pochissimo.

Ante Rebic AC Milan
Ante Rebic (foto AC Milan)

Ante Rebic è uno dei giocatori che finora hanno avuto poco spazio nel Milan. Arrivato a fine mercato estivo per essere un elemento importante, invece Marco Giampaolo non ci ha puntato granché.

L’attaccante croato è entrato a inizio secondo tempo nella trasferta contro l’Hellas Verona, poi ha giocato pochi minuti contro Inter e Fiorentina. Nelle ultime due partite di campionato è rimasto a guardare dalla panchina, invece. Con l’arrivo di Stefano Pioli al posto di Giampaolo la sua speranza è quella di avere spazio maggiore.

Intanto dalla Germania arrivano dichiarazioni alla Bild di Wolfgang Steubing, presidente del comitato direttivo dell’Eintracht Francoforte. A proposito dell’addio di Rebic si è così espresso: «Onestamente, non ho le parole. Voleva andarsene perché si sentiva come se fosse l’unico dei tre attaccanti a rimanere. Ora rimane seduto in panchina. Ha giocato d’azzardo… E non sarà facile per lui».

Nell’ultima finestra estiva del calciomercato l’Eintracht Francoforte ha venduto Luka Jovic al Real Madrid e Sebastien Haller al West Ham, due gioielli che con Rebic formavano l’ottimo tridente offensivo della squadra. Alla fine pure il croato è partito, andando al Milan nell’ambito di uno scambio di prestiti biennale che ha coinvolto anche André Silva.

Steubing ha voluto sottolineare che il forte desiderio di Ante di andarsene è stato poi non ripagato. Infatti, è stato più in panchina che in campo nel Milan finora. Però, come detto in precedenza, con Pioli lo scenario potrebbe mutare. Servirà aspettare le prossime partite per capire se il 26enne di Spalato potrà essere protagonista in maglia rossonera.

Repubblica – Bilancio Milan, nuova perdita record: la mossa di Elliott