Milan, occhi in casa Bayern Monaco: piace il giovane Mai

Il Milan avrebbe messo gli occhi su Lukas Mai, giovane difensore del Bayern Monaco. In molti lo paragonano a De Ligt.

calciomercato milan piace lukas mai
Lars Lukas Mai (©Getty Images)

Elliott Management porta avanti le proprie linee guida. Milan ai giovani, e niente spese folli. A queste condizioni Paolo Maldini ha condotto il calciomercato estivo, che ha portato in rosa calciatori interessanti ma non ancora pronti per livelli più alti.

Ecco perché il progetto del Diavolo è destinato a dare qualche frutta soltanto a lungo andare. Per il momento l’obiettivo è quello di rientrare nelle prime quattro posizioni, ma la concorrenza è molto forte. Intanto la dirigenza pensa a come poter rinforzare la rosa a gennaio e, ancora, il mirino è puntato soprattutto ai giovani. Stando a quanto riportano in Germania, ci sarebbe un forte interesse per Lukas Mai, difensore del Bayern Monaco classe 2000.

Calciomercato Milan, Mai il nuovo De Ligt

19 anni già compiuti, in molti lo paragonano a Matthijs de Ligt per caratteristiche fisiche e tecniche. In effetti gli somiglia, ma è chiaro che l’olandese è certamente più avanti e per ovvi motivi. Infatti il difensore della Juventus è costato 75 milioni, mentre Mai potrebbe liberarsi per una cifra intorno ai 10 milioni. Il contratto col Bayern è in scadenza a giugno 2022 e in Baviera non trova spazio. Per questo potrebbe pensare di andar via e il Milan lo sta seguendo con un certo interesse.

Il ragazzo tedesco ha delle qualità molto interessanti, anche se deve migliorare sulla tecnica di base. Le potenzialità sono molto ampie comunque. Il Diavolo per il momento in difesa è coperto, ma Léo Duarte non dà troppe garanzie. Ha fatto il suo debutto da titolare contro il Genoa e non è andata troppo bene. La società punta molto su Mattia Caldara, rientrato da poco in gruppo e in attesa di una chance (intanto ha giocato con la Primavera). Se con l’ex Atalanta le cose non dovessero andare per il meglio, allora sì che il Milan avrebbe bisogno di un nuovo centrale. Mai rispecchia in pieno l’idea del progetto Elliott, meno quella dei tifosi. E forse dei dirigenti.

Milan, Biglia non dà garanzie fisiche: Pioli deve gestirlo