Milan, Mirabelli voleva acquistare David Neres

Calciomercato Milan: retroscena riguardante David Neres. L’esterno brasiliano era stato nel mirino dei rossoneri con Massimiliano Mirabelli ds. 

David Neres
David Neres (©Getty Images)

Il Milan aveva trattato David Neres nell’estate 2017, quando il direttore sportivo era Massimiliano Mirabelli. Il retroscena è stato riferito dai colleghi di calciomercato.com.

Adesso Neres è una delle stelle dell’Ajax, e il suo valore è altissimo. La scorsa stagione c’è stato il suo exploit con gli olandesi, soprattutto in Champions League. Straordinarie le sue prestazioni, in particolare, contro Real Madrid e Juventus.

La stagione prima che Mirabelli mostrasse interesse per Neres, il brasiliano aveva collezionato 16 presenze tra tutte le competizioni, con 5 gol e 4 assist. Numeri importanti per un giocatore che all’epoca aveva meno di 20 anni.

In basso, un video di Neres nel 2017.

Il Real Madrid vuole Calabria: l’indiscrezione dalla Spagna

Mirabelli provò ad acquistare Neres

Alla fine Mirabelli non riuscì ad acquistare Neres. O comunque non sappiamo com’è andata nello specifico la potenziale trattativa. Il Milan in quell’estate acquistò numerosi calciatori, ma sugli esterni non riuscì ad acquistare dei talenti importanti. Fu infatti una delle problematiche di quella squadra, che poi con Gattuso passò al 4-3-3.

La stagione successiva, il 2017/2018 Neres alzò ancora di più il rendimento: 38 partite, 15 gol e 14 assist. Insomma, numeri straordinari. Fino al grande exploit nella scorsa stagione con la semifinale di Champions League conquistata, e la vittoria dell’Eredivisie.

Neres è ancora di proprietà dell’Ajax. Ha un contratto fino al giugno 2023. Il suo valore è altissimo. Secondo i colleghi di Transfermarkt si parla di 45 milioni di euro, ma le cifre con il mercato attuale saranno certamente maggiori qualora il club olandese volesse cederlo.

Col senno di poi, Neres al Milan sarebbe stato un colpo formidabile. Avrebbe rinforzato gli esterni in maniera importante, e ad oggi ci sarebbero stati molti meno problemi.

Sponsor Maglia: quanto guadagna il Milan e confronto con le big