San Siro, chiesto vincolo paesaggistico: “Meazza invidiato dal mondo intero”

Il comitato San Siro Verde contrario all’abbattimento dello storico stadio Meazza. Sono pronte alcune manifestazioni in questo senso.

Stadio Giuseppe Meazza San Siro
Stadio Giuseppe Meazza – San Siro (©Getty Images)

Sono giorni caldi per il futuro stadio di Milan e Inter, e parallelamente anche per il destino dello storico impianto Giuseppe Meazza, la cosiddetta ‘Scala del calcio’ milanese.

Il prossimo passo sarà la richiesta della pubblica utilità di uno stadio nuovo di zecca in città, magari da costruire proprio nella zona di San Siro e che porterebbe all’abbattimento del vecchio Meazza.

Una decisione che divide l’area politica e la giunta del Comune di Milano; c’è chi punta ad una struttura nuova e moderna che porterebbe prestigio e numerosi posti di lavoro, ma anche chi vorrebbe preservare il territorio senza stravolgere le architetture attualmente presenti a San Siro.

Ma come riporta il Corriere della Sera anche i cittadini milanesi sono decisamente divisi: ad esempio il comitato San Siro Verde appare piuttosto contrario alla costruzione del nuovo stadio nella stessa area. Addirittura sarebbe partita un’iniziativa popolare per chiedere il vincolo paesaggistico, ovvero l’impossibilità di abbattere il Meazza come opera storica e monumentale.

La Scala del calcio che tutto il mondo ci invidia” – è il messaggio di San Siro Verde, che si frappone completamente alla volontà di un altro comitato, Progetto San Siro, che invece punta a rimodernare l’intera zona e vedere eretto nel giro dei prossimi 3-5 anni uno stadio nuovo di zecca che dia visibilità e modernità alla città di Milano.

Nuovo San Siro, lunedì il Comune decide sulla pubblica utilità