Home Milan News Juventus-Milan 1-0: tabellino, voti e pagelle. Grande prestazione, ma non basta

Juventus-Milan 1-0: tabellino, voti e pagelle. Grande prestazione, ma non basta

Fischio finale allo Stadium: Juventus-Milan 1-0. La decide Paulo Dybala nel secondo tempo. Partita equilibrata, i rossoneri meritavano di più. Tabellino, voti e pagelle. 

Bonucci Piatek
Bonucci vs. Piatek (©Getty Images)

PRIMO TEMPO – Parte bene il Milan, che pressa e prova ad approfittare di qualche errore tecnico degli avversari. L’occasione è per Hernandez, che serve Piatek in area, il quale anziché calciare, prova l’assist. E siamo solo al terzo minuto. Piatek resta il meno brillante per tutta la prima frazione: ci prova anche nel finale di tempo, ma il suo tiro è centrale seppur da posizione defilata.

Al 17′ è ancora il polacco ad avere sui piedi, anzi sulla testa, l’occasione del gol: ma sul cross alla Suso di Suso, la palla va fuori dopo il buco di Bonucci. Altra importante occasione per il Milan arriva con Paquetà, che dopo l’ottimo scambio Bennacer-Conti, colpisce di testa obbligando Szceszny al miracolo. Al 45′ anche il tiro dai 40 metri di Hernandez, che impegna il portiere.

SECONDO TEMPO – Subito cambio nella Juventus, fuori a sorpresa Cristiano Ronaldo che va dritto negli spogliatoi, dentro Paulo Dybala. È ancora Piatek, al 57′, a sprintare dal centro destra: calcio forte, ma centrale, ancora da posizione defilata.

Al 76′ la chance per cambiare il match, Bonaventura filtrante per Leao: palla lunga, il portoghese sarebbe stato solo davanti al portiere. E un minuto dopo la dura legge del calcio: arriva il vantaggio di Paulo Dybala su imbucata centrale. Male Romagnoli in marcatura sull’argentino. Nel finale il Milan ci prova, crea, ma non sfonda. Al 94′ un miracolo di Donnarumma nega la doppietta a Dybala.

Fischio finale, con i rossoneri che perdono ancora ma con l’impressione che oggi hanno giocato una grande partita. Meritavamo di più. Non è arrivato alcun punto. Ci teniamo la prestazione. Ora lavoro, lavoro, e ancora lavoro. E dopo la sosta prestazioni e… punti. Forza Milan.

Juventus-Milan: tabellino, voti e pagelle

Marcatori: 77′ Dybala.

Ammoniti: Krunic, Bennacer, Cuadrado, Hernandez, Calhanoglu, Suso.

Espulsi: //

JUVENTUS: Szczesny 7; Cuadrado 6,5, Bonucci 6, de Ligt 6, Alex Sandro 6,5, Bentancur 6, Pjanic 6, Matuidi 5 (dal 70′ Rabiot 6+); Bernardeschi 4,5 (dal 61′ Douglas Costa 6,5); Ronaldo 4 (dal 55′ Dybala 7), Higuain 6,5.
Allenatore: Sarri 6.

MILAN: Donnarumma 6; Conti 6,5, Duarte 6, Romagnoli 5,5, Hernandez 6; Paquetà 6,5 (dall’85’ Rebic 5,5), Bennacer 7-, Krunic 6,5 (dal 61′ Bonaventura 5,5); Suso 5,5, Piatek 5 (dal 66′ Leao ), Calhanoglu 6.
Allenatore: Pioli 6.

Juventus-Milan: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6: quasi mai impegnato durante il match. Lo stuzzica solo Dybala, che al primo vero tentativo lo buca da posizione centrale. Al 94′ la paratona sull’argentino.

Conti 6,5: partita ottima del terzino, che finalmente torna a giocare ad alti livelli. Ferma CR7, seppur acciaccato, e tutti gli altri avversari che si trovano dalle sue parti.

Duarte 6: fa il suo lavoro, attento. Bravo nei duelli aerei.

Romagnoli 5,5: ottima prestazione fino al momento del gol subito. Si fa beffare sul destro da Dybala. Non ammissibile a questi livelli. Ma contro questi campioni, ci sta.

Hernandez 6: sprinta per tutto il match, attento nelle giocate. Va al tiro anche un paio di volte, con discreta pericolosità.

Bennacer 7-: l’algerino gioca una super partita, stoppando tutti e creando con qualità e tranquillità. Nell’occasione del gol è lì in zona, ma non riesce ad intercettare. Poi la qualità degli avversari – purtroppo – ha fatto il resto.

Krunic 6,5: fa bene le due fasi. Ordinato e compatto, tiene bene i due reparti.
(Dal 61′ Bonaventura 5,5: entra e gioca a uomo su Pjanic. Non basta per portare a casa punti. Jack ci prova, ha qualità, ma doveva fare di più in quel passaggio per Leao dopo il regalo della Juve. Poco prima del gol avversario. Che peccato).

Paquetà 6,5: bene in entrambe le fasi. Bravo in interdizione tra le linee, poi in costruzione gioca a testa alta e crea diverse chance per i compagni.
(Dall’85’ Rebic 5,5: entra bene per le prime due giocate, poi non la vede più. Aveva troppo poco tempo per incidere, va detto).

Suso 5,5: non è continuo, va a fiammate, ma senza incidere particolarmente. Nel primo tempo con un assist dei suoi, potevamo passare in vantaggio: Piatek spreca. Bene in fase di non possesso. Gli mancano le energie nel finale.

Calhanoglu 6: svaria su tutto il fronte, lasciando libero lo spazio a sinistra per Theo. Si abbassa, entra dentro il campo e crea i presupposti per il tiro: più volte ci prova, ma è bravo Scezsny a deviare sempre.

Piatek 5: non è il miglior momento per lui, sbaglia troppe scelte e con i suoi errori fa tirare un sospiro di sollievo agli avversari. Di testa sbaglia, di piede non è incisivo. Lotta, si sbatte, per carità… ma non incide. E non segna, chiaramente.
(Dal 66′ Rafa Leao 6: buon ingresso in campo, stavolta. C’è, è in partita. Ha un paio di occasioni, fa le scelte giuste ma non trova i compagni).

All. Pioli 6: la squadra ha fatto una gran partita, era messa ben in campo e ha concesso pochissimo. È mancata concretezza davanti.