Home Calciomercato Milan Milan, offerto Gaston Pereiro: un’occasione low cost

Milan, offerto Gaston Pereiro: un’occasione low cost

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:52

Gaston Pereiro del PSV Eindhoven è stato proposto al Milan per il calciomercato di gennaio, può essere un affare a basso costo vista la scadenza di contratto a giugno 2020.

Gaston Pereiro
Gaston Pereiro (©Getty Images)

Il Milan è atteso ad una sessione invernale del calciomercato da protagonista. Non investimenti faraonici, visto che bisognerà tenere d’occhio il bilancio, però alcune operazioni saranno necessarie.

La dirigenza valuterà alcune occasioni low cost, puntando magari su giocatori di qualità che non hanno trovato abbastanza spazio nelle rispettive squadre o che hanno un contratto in scadenza a giugno 2020. Il mercato di gennaio non è sempre facile, ma la società rossonera dovrà agire nella maniera corretta per rinforzare un organico che ha delle evidenti carenze.

Calciomercato Milan, proposto Gaston Pereiro del PSV Eindhoven

Uno dei giocatori che potrebbe essere preso in considerazione dal Milan è Gaston Pereiro. Già in estate il suo nome era stato accostato al club. L’uruguayano classe 1995 milita nel PSV Eindhoven e va in scadenza di contratto a giugno 2020. Può essere un’interessante occasione sia per gennaio che per l’estate prossima.

Secondo quanto rivelato dai colleghi di calciomercato.com, Pereiro è stato proposto al Milan nuovamente. La regia è dell’agente Paco Casal, che in Italia ha già portato altri connazionali in passato. Il club rossonero lo ha ascoltato e valuterà se effettuare l’affare o meno.

Il giocatore uruguayano ricopre il ruolo di trequartista, ma eventualmente può agire pure da esterno offensivo o da mezzala. È un mancino molto duttile tatticamente. In questa stagione non sta trovando spazio, infatti ha collezionato solamente 3 presenze. All’inizio ha avuto un infortunio a fermarlo, ma quando è rientrato ha fatto panchina.

In estate il PSV Eindhoven chiedeva almeno 15 milioni di euro per cederlo, a gennaio non potrà pretendere il medesimo prezzo. A sei mesi dalla scadenza del contratto dovrà accontentarsi di un indennizzo decisamente inferiore. Il Milan e altre squadre potrebbero pensarci, avviando una trattativa dai costi non eccessivi.

Filippo Inzaghi: “Allenare il Milan oggi? Non è un mio problema”