Home Milan News Milan-Napoli, probabili formazioni: pronto Rebic in attacco

Milan-Napoli, probabili formazioni: pronto Rebic in attacco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:57

Ultimissime Milan-Napoli: ecco le probabili formazioni. Stefano Pioli sembrerebbe aver risolti gli ultimi dubbi, con Ante Rebic pronto ad ottenere la sua prima chance da titolare. 

Ante Rebic Francesco Acerbi Milan-Lazio
Ante Rebic vs. Francesco Acerbi in Milan-Lazio (©Getty Images)

Milan-Napoli, Stefano Pioli ha di fatto deciso. Come infatti riferisce Tuttosport oggi in edicola, il tecnico starebbe eliminando gli ultimissimi dubbi per sabato sera ma tutto sembrerebbe ormai già pronto e definito.

L’allenatore ritrova Mateo Musacchio in difesa, ma dovrà fare a meno di Samuel Castillejo ancora ai box e soprattutto di Hakan Calhanoglu squalificato.

La probabile formazione del Milan

4-3-3 per l’allenatore rossonero. Con Gianluigi Donnarumma tra i pali, la linea difensiva vedrà ancora Andrea Conti a destra, il rientro di Musacchio appunto in coppia con Alessio Romagnoli e Theo Hernandez sulla sinistra. In mediana ci sarà Lucas Biglia data la squalifica di Ismael Bennacer, con Lucas Paquetá a destra e Rude Krunic sull’altro versante. In attacco, con Suso a destra e Piatek, dovrebbe toccare ad Ante Rebic sull’out mancino. Il croato, mai titolare finora, sembrerebbe in pole rispetto a tutte le altre alternative.

I titolari del Milan: Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Theo Hernandez; Paquetá, Biglia, Krunic; Suso, Piatek, Rebic

La probabile formazione del Napoli

4-3-3 anche per Ancelotti, il quale proverà così a cambiare la tendenza negativa dei partenopei. Alex Meret in porta e retroguardia completata da Giovanni Di Lorenzo, Nikola Maksimovic, Kalidou Koulibaly e Mario Rui. In mediana spazio al terzetto Allan, Fabian Ruiz e Piotr Zielinski, con José Callejon, Dries Mertens e Lorenzo Insigne in attacco.

I titolari del Napoli: Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Fabian Ruiz, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne

Nuovo stadio, San Siro non sarà demolito: la posizione dei club