Home Calciomercato Milan Ibrahimovic, il Milan attende notizie già in settimana 

Ibrahimovic, il Milan attende notizie già in settimana 

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:50

Zlatan Ibrahimovic e il Milan, il verdetto finale si avvicina. Come svela Tuttosport, la società si attende sviluppi importanti già in settimana. Ecco la situazione attuale. 

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

70% di possesso palla allo stadio Tardini, con 27 conclusioni totali e appena un goal. Tra l’altro segnato in extremis e soltanto da un difensore, Theo Hernandez. La gata di ieri ha quindi dato l’ennesima conferma: serve un centravanti a questo Milan.

Con Krzysztof Piatek involuto quasi oltre l’immaginabile, serve più precisamente Zlatan Ibrahimovic. Ora più che mai, con segnali di ripresa, il Diavolo necessita dell’esperienza, della leadership e della concretezza dello svedese.

Milan-Ibrahimovic, verdetto in arrivo

Il conto alla rovescia è già iniziato, e ormai non si attende altro che il verdetto finale del campione scandinavo. Come riferisce Tuttosport oggi in edicola, il Diavolo attende notizie già in questa settimana. Anche perchè sarebbe lo stesso Ibra a non voler andare troppo oltre, e di voler sciogliere le riserve già in questi primi giorni.

Intervenuto ai microfoni di Sky nel pre partita, il Ds Frederic Massara ha minimizzato così l’argomento: “Non c’è nessuna trattativa e né un aggiornamento. In questo momento sta valutando il suo futuro, non c’è nessun tipo di sviluppo in questo momento”.

E’ corsa Milan-Bologna, ma nessuno delle parti si sbilancia. Anche Riccardo Bigon, Ds emiliano, ha infatti provato a dribblare l’argomento: “Le voci su Ibrahimovic non credo abbiano condizionato i nostri attaccanti. Sono stati rumors più mediatici che interni dalla società. Il mister ha spiegato come stanno le cose. Non c’è mai stata una vera e propria trattativa o un concreto movimento del club per provare a fare l’operazione”. 

Il Milan, intanto, è fermo all’ultima proposta avanzata: 6 milioni di euro per 18 mesi di contratto. 2 per il prossimo semestre e 4 per la stagione successiva. Con anche una clausola a favore per il 38enne la quale permette di svincolare i due periodi. Ossia testare i primi sei mesi e decidere liberamente se proseguire o meno. Ora l’ultima parola spetta a Ibra.

Theo Hernandez, bomber inatteso e miglior acquisto del Milan