Ancelotti-Napoli, addio probabile dopo il Genk: pronto Gattuso

Carlo Ancelotti Gennaro Gattuso
Carlo Ancelotti e Gennaro Gattuso (©Getty Images)

Carlo Ancelotti e il Napoli dovrebbero dirsi addio dopo la partita di Champions League contro il Genk. Indipendentemente dall’eventuale passaggio del turno, sembra che si vada verso il divorzio.

La squadra è spaccata e l’allenatore emiliano non ha lo spogliatoio in mano. Anche i rapporti con la dirigenza non sono più dei migliori, pertanto la sensazione è che domani Ancelotti non sarà più l’allenatore degli azzurri. La stragrande maggioranza delle notizie che circolano in queste ore danno per certa la rottura tra le parti.

A sostituire Carletto dovrebbe essere Gennaro Gattuso, colui che per tanti anni è stato un suo calciatore al Milan. Rapporto straordinario tra loro da sempre e che non sarà messo in discussione dall’eventuale avvicendamento sulla panchina del Napoli. Il patron Aurelio De Laurentiis ha avuto contatti diretti con Rino, offrendogli un contratto da 6 mesi con rinnovo per altri 18 in caso di raggiungimento di obiettivi specifici.

Gattuso non voleva essere un traghettatore fino a fine stagione, però dovrà guadagnarsi la sua permanenza in azzurro. Dopo l’addio al Milan, ha preferito attendere un progetto importante per tornare ad allenare e ha rifiutato diverse offerte che gli erano arrivate. Il Napoli rappresenta una grande occasione per lui. Vedremo se effettivamente si concretizzerà tutto, come trapela ormai da ieri.

Donnarumma-Milan, rifiutata la prima offerta di rinnovo: i dettagli