Milan, Bonaventura ritrovato: ora vuole rinnovo e Nazionale

Giacomo Bonaventura si sta riprendendo il Milan tra gol e buone prestazioni. Vuole riconquistare la nazionale azzurra e ottenere il rinnovo di contratto.

Gol Milan-Napoli Giacomo Bonaventura
Giacomo Bonaventura (©Getty Images)

Nelle ultime tre partite Stefano Pioli ha deciso di rilanciare titolare Giacomo Bonaventura, che ha ripagato con due gol importanti. Il primo ha determinato il pareggio contro il Napoli e il secondo è stato fondamentale per la vittoria a Bologna.

Jack, superati gli infortuni e ritrovata una condizione fisica buona, è tornato ad essere importante per il Milan. Nelle passate stagioni lo è sempre stato e quando è stato assente spesso si è sentita la sua mancanza. Pioli ha deciso di affidarsi a lui e non ha sbagliato. L’ex Atalanta è un giocatore di qualità che sa garantire inserimenti e conclusioni verso la porta, oltre a qualche assist.

In questo momento è difficile che Bonaventura venga messo in panchina, anche se al Milan non devono svalutare un talento come Lucas Paquetà. Il brasiliano aveva iniziato bene la sua avventura in rossonero, ma in questa stagione ha offerto solo qualche sprazzo del suo potenziale. Può e deve dare di più per riprendersi il posto da titolare.

Bonaventura intanto spera di convincere la società a rinnovargli il contratto in scadenza a giugno 2020. Attraverso le buone prestazioni potrà guadagnarsi un prolungamento. Lui rimarrebbe volentieri, ma toccherà al Milan decidere. Non mancano club interessati a Jack e sembra che Mino Raiola abbia già effettuato qualche sondaggio, seppur speri in primis di accordarsi con la dirigenza rossonera.

Un altro obiettivo di Bonaventura è la Nazionale. Il suo auspicio è quello di essere preso in considerazione dal commissario tecnico Roberto Mancini. Non sarà semplice, visto che nel centrocampo azzurro c’è tanta concorrenza e il CT sembra avere già abbastanza le idee chiare. Comunque il numero 5 del Milan farà di tutto per avere un rendimento meritevole di una convocazione.

Ibrahimovic esclude Piatek? Coesistenza difficile, ecco perché