Inter-Genoa 4-0: segna il 17enne Esposito, bel gesto di Lukaku

Romelu Lukaku Sebastiano Esposito
Romelu Lukaku e Sebastiano Esposito (©Getty Images)

Inter dilagante a San Siro contro il Genoa. La squadra di Antonio Conte ha dominato e vinto con merito per 4-0 l’ultima partita di questo 2019. Un risultato che le consente di raggiungere la Juventus in cima alla classifica con 42 punti.

Grande protagonista della partita Romelu Lukaku, autore di una doppietta. Il centravanti belga ha portato in vantaggio i nerazzurri al 31′ con un colpo di testa su cross di Antonio Candreva. Un minuto dopo è arrivato il raddoppio firmato da Roberto Gagliardini, che ben servito dall’ex Manchester United ha segnato con un tiro dal limite deviato dallo sfortunato difensore rossoblu Cristian Romero.

Il 3-0 arriva al 64′ del secondo tempo con il calcio di rigore realizzato dal 17enne Sebastiano Esposito. Sul dischetto si era recato Lukaku, che ha poi lasciato il tiro al giovane compagno. L’attaccante originario di Castellammare di Stabia è diventato il secondo giocatore più giovane (17 anni e 172 giorni) della storia dell’Inter ad aver realizzato un gol in Serie A, dopo Mario Corso (17 anni e 97 giorni).

Il poker finale della squadra di Conte è stato segnato dallo stesso Lukaku con una potente conclusione che si è infilata sotto la traversa. Questo 4-0 costerà probabilmente la panchina a Thiago Motta. Il Genoa ha avviato contatti con Diego Lopez, allenatore reduce dall’esperienza in Uruguay alla guida del Penarol. Al suo posto la celebre società di Montevideo ha ingaggiato Diego Forlan, ex attaccante dell’Inter.