Leao balla, fuma e beve in discoteca dopo Atalanta-Milan | VIDEO

Leao balla, beve e fuma in discoteca dopo Atalanta-Milan 5-0. Ecco il video che sta facendo il giro del web

leao

Ci ha messo pochissimo il video di Rafael Leao a fare il giro del web. L’attaccante del Milan è stato ripreso da un suo amico mentre balla, beve e fuma in discuteca dopo il match contro l’Atalanta, perso 5-0.

Nel video si vede il portoghese con un bicchiere di champagne in una mano e un Narghilè nell’altra. I due brindano e si riprendono in una storia instagram, pubblicata dall’account Instagram “andrembt_2845”, probabilmente un amico del giocatore. Immagini che fanno davvero rabbrividire a pensare che, soltanto qualche ora prima, il Milan ha subito una delle sconfitte più emilianti della sua storia.

La bravata di Leao si aggiunge a quelle di Franck Kessie, che ha messo un like alla foto di Gomez su Instagram che festeggiav ala vittoria, e a quella di Davide Calabria, che ieri sera ha festeggiato il compleanno in tutta allegria. Immagini che fanno male soprattutto ai tifosi rossoneri. Che vivono malissimo questa situazione.

DONNARUMMA PRIMA CESSIONE DEL PROSSIMO MERCATO

Leao in discoteca, il video

Ecco il video che sta facendo il giro del web in queste ultimissime ore:

Non è facile per un tifoso del Milan assistere a queste immagini. La sconfitta di ieri ha creato grande imbarazzo fra le tifoseria. Rammarico e tristezza accompagneranno il vicino Natale dei sostenitori rossoneri. Invece, a quanto pare, i calciatori non hanno subito granché questo clamoroso ko.

Rafael Toloi Rafael Leao
Rafael Toloi e Rafael Leao (©Getty Images)

Kessie, Calabria e adesso anche Leao, un giocatore sul quale la società punta molto per il futuro. Ieri è sceso in campo a sorpresa dal primo minuto: prestazione sottotono ma non per colpa sua, visto che non gli è arrivato nessun pallone giocabile.

Parliamo di ragazzini, la discoteca in sé non è un problema. La rabbia nasce nel momento in cui questa immagini vengono pubblicate sui social senza alcun rimorso. Una mancanza di rispetto per quello che è stato il Milan e per i tifosi.