Milan, ora l’effetto San Siro: media Champions in trasferta

Milan, la svolta passa per San Siro: come infatti evidenzia Tuttosport oggi in edicola, mentre in trasferta vige una media da Champions in casa persiste un rendimenti da retrocessione.  

san siro
Stadio Giuseppe Meazza – San Siro (©Getty Images)

Meglio in trasferta che in casa. Come evidenzia Tuttosport oggi in edicola, è questa la sconcertante realtà che riguarda il Milan di Stefano Pioli. In trasferta c’è una marcia da Champions, mentre internamente addirittura da retrocessione. Un paradosso assoluto.

2 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte: è questo il bilancio a San Siro. Mentre il 2-0 contro il Cagliari ha sancito la quinta vittoria esterna stagionale, senza mai un pareggio e con altrettante sconfitte all’attivo.

La media punti dunque parla chiaro: 15 totali realizzati fuori dal capoluogo lombardo, appena 10 tra le mura amiche. E come aggravante nel secondo caso c’è anche una presenza massiccia e costante sugli spalti, per una media di 54.435 spettatori ogni giornata. Si tratta della seconda dell’intera Serie A, alle spalle della sola Inter con addirittura 63.697 e meglio anche di Roma, Lazio e Juventus.

L’unica spiegazione, quindi, è che in realtà ciò produce un effetto controproducente per la squadra e tutt’altro che positivo. Aumenta la tensione e tremano le gambe alla scala del calcio, lì dove il Milan ha finora battuto solo il Brescia e la Spal.

Solo Lecce e Brescia hanno fatto peggio davanti al proprio pubblico. Al contrario, invece, solo le prime tre in classifica vantano più successi esterni dei rossoneri. La svolta, dunque, passa proprio a San Siro, dove non si vince dallo scorso 31 ottobre. E’ da lì che passerà la vera rinascita.

Stop ai giovani: il Milan cambia strategia per gennaio