Milan, match-point per l’Europa: ora l’aria è cambiata  

Brescia-Milan, in palio c’è l’Europa: in caso di terzo successo consecutivo, infatti, il Diavolo aggancerebbe il 6° posto in attesa di Inter-Cagliari e Parma-Udinese. 

Stefano Pioli Simon Kjaer Alessio Romagnoli Milan
Stefano Pioli con Romagnoli e Kjaer (©Getty Images)

Brescia-Milan, un trampolino per l’Europa. In caso di successo, infatti, il Diavolo volerebbe dritto al 6° posto. La rimonta passa dunque per un Rigamonti senza Mario Balotelli ma pieno come non mai, in virtù 19.500 biglietti venduti e del sold out a un passo.

L’Europa League ora è a un passo. Eppure – evidenzia il Corriere della Sera oggi in edicola – soltanto un mese fa sembrava una follia. Un sogno, un miraggio, e invece ora si può fare davvero. L’aria infatti è cambiata. L’effetto Ibrahimovic ha risvegliato non solo la squadra, ma l’intero ambiente. E’ inoltre diverso lo spirito, la mentalità e l’anima di questa squadra.

“Non siamo qui a pettinare le bambole, l’obiettivo è riportare il Milan nelle posizioni che gli competono”, ha evidenziato a gran voce ieri Stefano Pioli. E per l’occasione punterà ancora sul tandem composto da Zlatan Ibrahimovic e Rafael Leão, con l’eroe Ante Rebic in panchina ma pronto a subentrare e il rientro dal primo minuto di Hakan Calhanoglu. In difesa invece, oltre al ritrovato Gianluigi Donnarumma confermato, rientrerà anche Mateo Musacchio che agirà accanto ad Alessio Romagnoli.

Piatek, il padre: “Pronto a trasferirsi, in settimana si decide”