Home Milan News Milan-Torino, la Lega si oppone al minuto di silenzio per Kobe Bryant

Milan-Torino, la Lega si oppone al minuto di silenzio per Kobe Bryant

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:50

La Lega Serie A si è opposta alla richiesta del Milan di osservare un minuto di silenzio in onore di Kobe Bryant.

Kobe Bryant e sua moglie (©Getty Images)

La morte di Kobe Bryant ha portato grande sconforto nel mondo dello sport. Oggi è stata una giornata molto difficile per tutti gli appassionati. La scomparsa tragica di un campione di questo calibro è una grave perdita.

Il Milan è stato colpito particolarmente perché Kobe era un grandissimo tifoso rossonero. Nel 2013 fece visita a Milanello per conoscere il mondo che lui tanto amava. Proprio per questo motivo, il club aveva deciso di osservare un minuto di silenzio domani prima della partita contro il Torino in Coppa Italia. La società lo aveva annunciato tramite Twitter, ma dopo qualche minuto il post è scomparso.

A rivelare il motivo di questo cambio di idea è Alessandro Bonan nel corso di Calciomercato – L’Originale di questa sera. A quanto pare, il Milan aveva fatto questa speciale richiesta per onorare il ricordo di un grandissimo campione dello sport. La Lega, però, ha deciso di opporsi. Non sono ancora chiare le ragioni che hanno portato a questa decisione.

In questo momento la scelta sul minuto di raccoglimento è definita sospesa, quindi qualcosa potrebbe cambiare domani. Vedremo se la Lega almeno stavolta riuscirà a fare la scelta giusta. Per quanto riguarda il lutto al braccio, questa è una decisione che spetta al Milan. Che, se vorrà farlo, potrà senza alcun problema.