CorSera – Maldini-Boban, possibile addio al Milan: i motivi

Nonostante le smentite, il Corriere della Sera rilancia. Secondo il quotidiano, esistono tensioni interne ed non è da scartare il doppio addio di Paolo Maldini e Zvonimir Boban. 

Paolo Maldini e Zvonimir Boban
Paolo Maldini e Zvonimir Boban (©Getty Images)

Ivan Gazidis smentisce ogni tipo di tensione in casa Milan, ma il Corriere della Sera oggi in edicola rilancia. Secondo quanto infatti riferisce il quotidiano, al di là delle parole di facciata, regna amarezza e tensione all’interno della società rossonera.

Maldini-Boban, i motivi del malcontento

Il tutto sarebbe nato dalla scelta dell’Ad milanista di puntare su Ralf Rangnick per il futuro. Il tecnico tedesco – specifica il quotidiano – non ha firmato un pre contratto, ma tale scelta viene comunque considerata una destabilizzante invasione di campo nell’area sportiva da parte di Paolo Maldini e Zvonimir Boban. Individuare un nuovo allenatore, senza condividerne la scelta soprattutto quando la squadra è in ripresa, viene vista come una completa delegittimazione da parte dei due dirigenti.

Il tutto anche perché alla base ci sarebbero altri precedenti. Gazidis, il quale detiene l’ultima parola in tema di mercato, ha tracciato le linee guida per un modello stile Atalanta bocciando più proposte del duo dirigenziale.

Uno scontro, per esempio, ci sarebbe già stato quando i due manager avevano spinto per uno scambio con la Juventus tra Lucas Paquetá e Federico Bernardeschi. Così come anche sono fioccati i ‘no’ per il ritorno di Ignazio Abate e il rinnovo di Giacomo Bonaventura.

Maldini e Boban – rivela il CorSera – ora si chiedono come sia possibile impostare la campagna acquisti in tale clima di incertezza, e tra l’altro quali garanzie si possano offrire a Zlatan Ibrahimovic per la conferma.

Ma l’operato del Dt e Cfo non è del tutto esente da critiche da parte del fondo. La proprietà punta il dito sull’ingaggio di Marco Giampaolo, la cui scelta, ha avuto ripercussioni sulla stagione, e sugli innesti di esperienza che mal si sposano con le esigenze di bilancio.

Come conclude il quotidiano, in mancanza di una convergenza di vedute, non è da scartare l’ipotesi di un doppio addio a fine stagione. Oltre Maldini, anche Boban saluterebbe poiché non si accontenterebbe di restare come ‘Ministro degli Esteri’.

Paolo Maldini e Zvonimir Boban
Paolo Maldini e Zvonimir Boban (©Getty Images)